menù

5 consigli utili per investire bene per un neo lavoratore

In questo articolo vediamo 5 consigli super utili per investire bene per un neo lavoratore.

Avete appena finito gli studi e iniziato a lavorare!

Il conto corrente inizia a crescere e crescono anche gli avvoltoi in giacca e cravatta che vogliono farveli investire.

Come investirli nel modo migliore possibile?

1. Il risparmio gestito

Quando parlo di risparmio gestito mi riferisco sostanzialmente a fondi ed ETF che sono delle scatole all’interno delle quali possono esserci azioni, obbligazioni ed altri derivati.

Un po’ come se fossero delle uova di Pasqua. Occhio alle sorprese però. 

Banche e Poste spingono per i fondi perché sono quelli dove loro guadagnano di più e voi di meno.

Oltre il 90% dei fondi attivi spacciati per pepite d’oro distruggono valore nel lungo termine. 

Gli ETF invece sono tendenzialmente più efficienti e meno costosi e questo permette di ridurre l’effetto sorpresa.

Chiaramente scordatevi che banche e Poste vi chiamino per consigliarvi degli ETF.

Loro non ci guadagnano niente e quindi devono demonizzarli

Di ETF e fondi ce ne sono tantissimi, dai più rischiosi ai meno rischiosi.

Nel nostro gruppo Facebook Io Investo trovate una rubrica settimanale curata dal nostro Danilo nella quale analizziamo ogni settimana i migliori ETF in circolazione.

Non dimenticate poi che questo tipo di investimenti va considerato su un orizzonti temporali molto lunghi che possono andare dai 5 ai 20 anni in base al rischio che si sostiene.

Maggiore è il rischio, più lungo deve essere l’orizzonte temporale. 

Anzi in realtà è il contrario, prima si definisce l’orizzonte temporale, poi si definisce automaticamente il rischio in funzione del tempo.

Ed infine si scelgono i prodotti migliori.

Quando investite in questi strumenti non abbiate fretta e non state lì a controllare ogni giorno come sta andando il vostro portafoglio.

Non ha alcun senso.

Magari dateci un’occhiata ogni tanto ma lasciategli fare il suo corso.

Piuttosto createvi un piano di risparmio in modo da mettere da parte ogni mese 100€, 200€ o più del vostro stipendio da destinare a questo tipo di investimenti.

Se siete particolarmente pigri e non avete voglia di fare tutto da soli, potete affidarvi a servizi che investono i vostri soldi in ETF e fondi per voi. 

Uno di questi, il più famoso è Moneyfarm che ho analizzato a lungo in un altro video.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

2. Azioni e obbligazioni

Il mercato azionario e obbligazionario resta il terreno inevitabile per chi ha voglia di investire.

Il mercato azionario può darvi grosse soddisfazione, ma c’è un grande ma.

Dovrete imparare ad operare in maniera consapevole, utilizzando una strategia testata nel tempo e che sia in grado di mettervi al riparo da grandi perdite che non siete in grado di sostenere.

Nel caso delle obbligazioni invece dovrete stare attenti al momento storico in cui decidete di operare.

Questo periodo storico è molto difficile per un mercato obbligazionario che il più delle volte offre rendimenti addirittura negativi.

3. Fondo pensione

Se avete iniziato a lavorare da poco e magari del tema pensione non ve n’è mai importato nulla perché la considerate qualcosa che tanto non arriverà mai.

Beh, sappiate che prima o poi ci andrete, e se non fate qualcosa oggi, vi ritroverete con una pensione misera.

Se siete giovani e state leggendo questo articolo avete una grossa fortuna, un’opportunità enorme per correre ai ripari: la pensione integrativa.

Considerate la pensione integrativa come una sorta di salvadanaio dentro cui decidete di mettere un po’ di soldi nel corso degli anni.

Questi soldi ve li ritroverete quando andrete in pensione e vi permetteranno di godervi belli felici e sereni la vecchiaia.

Ma arriviamo al quarto consiglio, che è sempre quello di minor impatto tra questi 5 consigli utili per investire bene per un neo lavoratore, ma fidatevi è fondamentale.

4. Formazione

I soldi spesi in formazione sono i migliori soldi che possiate investire perché state investendo su voi stessi.

Lo studio non finisce con l’università. Anzi il bello inizia proprio dopo l’università!

Studiate e continuate a studiare anche se avete già un lavoro!

Può migliorare le vostre skills professionali, tenervi aggiornati sulle ultime novità del settore in cui lavorate, aprire ulteriori porte magari anche più interessanti e che potrebbero farvi guadagnare di più.

Ormai di corsi di specializzazione ce ne sono davvero di tutti i tipi, sia online che offline.

Ritagliatevi un po’ di tempo e continuate il vostro percorso di formazione.

Non si smette mai di imparare e c’è sempre tempo per crescere e scoprire cose nuove.

Come diceva Derek Bok il rettore dell’università di Harvard: “Se pensate che l’istruzione sia costosa, provate con l’ignoranza”.

E siamo arrivati all’ultimo dei 5 consigli utili per investire bene per un neo lavoratore.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!.

5. Conto deposito

Mettete la liquidità che vi serve avere da qui ad un anno su un conto deposito.

Anche dei conti deposito ho parlato a lungo in un video dedicato confrontando i migliori disponibili in questo momento sul mercato.

Come abbiamo visto i tassi di interesse netti sono comunque al momento molto bassi.

Anche per questo motivo questo tipo di strumento va bene per quei soldi di cui non abbiamo bisogno a stretto giro ma che magari potremmo avere bisogno tra 1, 2, 3 anni.

Non di più perché in quel caso i vostri soldi potete investirli in altri strumenti di cui abbiamo parlato in questo video che potrebbero portarvi risultati decisamente migliori

I rendimenti possono andare da uno 0,5% fino a sfiorare il 3%.

Sappiate che cambiano di giorno in giorno in base a come si muovono i tassi.

Offrono comunque una buona protezione del capitale e permettono di rivalutarlo almeno quanto l’inflazione

Per quei soldi che sapete che vi serviranno tra pochi anni, possono essere una valida soluzione.

Come sempre non è che dovete metterci tutto.

Bisogna sempre diversificare!

Non solo per strumento finanziario ma anche per scadenza temporale.

E voi? Avete qualche altro consiglio per un neo lavoratore che vuole investire i suoi risparmi?

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento