menù

Miglior broker per azioni 2019

Qual è il miglior broker per azioni del 2019?

Molto spesso quando si inizia a fare trading non si sa a quale broker finanziario affidarsi.

Anche se si è più esperti nasce forte l’esigenza di mantenersi aggiornati e confermare o meno se il broker su cui si sta operando è quello più adatto o se invece sono uscite nuove più interessanti soluzioni.

Nella scelta del miglior broker bisogna considerare diversi fattori che vanno dal tipo di strumento al tipo e alla quantità delle transazioni e dal tipo di strategia che si vuole adoperare.

Scopriamo qual è il miglior broker per azioni del 2019.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

I broker per azioni

Il broker finanziario non è altro che un intermediario finanziario che permette alle diverse parti di accedere al mercato.

Il broker non si assume quasi alcun rischio poiché la sua attività consiste nel comprare e vendere per conto dei propri clienti i titoli di varia natura da questi scelti. 

Il ricavo del broker è tradizionalmente nelle commissioni che incassa per il suo intervento nel consentire le negoziazioni.

Sempre più spesso alcuni broker hanno aggiunto alla loro attività anche quella di consulenza fornendo consigli sull’acquisto di titoli.

Nella nostra analisi alla ricerca del miglior broker per azioni del 2019 tre broker più di altri si sono distinti per le loro attività.

Di quali si tratta?

Stiamo parlando di Fineco, Directa e Interactive Brokers

Scopriamo insieme quali sono i dettagli e i punti di forza delle loro offerte e decretiamo alla fine qual è il miglior broker per azioni del 2019.

Fineco

Fineco è da sempre la banca più attiva e anche forse più famosa per fare trading in maniera davvero professionale.

Questo istituto si distingue per la grande offerta di strumenti garantendo con un solo conto l’accesso a 26 Borse mondiali e più di 50 cambi tra valute con quotazioni e cambi in tempo reale. 

Anche gli strumenti sono molti dalle azioni, ai Contratti per Differenza CFD, CFD Fx, fino a futures, opzioni, obbligazioni, ETF, CW e infine certificates.

Fineco si caratterizza anche per la grande attenzione alla tecnologia ed usabilità attraverso diversi device: web, power desk e mobile, in modo da mantenere sotto controllo la situazione in ogni momento. 

Oltre a questo mette a disposizione dei suoi clienti anche diversi grafici e non solo di analisi tecnica, ma anche bilanci, indicatori, la possibilità di inserire ordini automatici e condizionati e gli stop loss.

Con l’introduzione degli Stock Screener si hanno a disposizione tantissimi filtri suddivisi in 5 macro categorie e le Search Ideas per esplorare il mercato scegliendo tra decine di ricerche preconfezionate.

Per i più esperti consente anche le operazioni di marginazione intraday multiday e overnight con leva fino a 20x, o SuperLeva pari a 50 volte.

Interessante anche la possibilità di operare in multicurrency e la remunerazione del portafoglio: azioni, titoli di Stato, ETF e covered warrants (solo quelli da loro indicati) possono essere prestati e avere una remunerazione fino al 5% lordo annuo, senza costi aggiuntivi e libertà di vendere i titoli in qualunque momento. 

Infine questa banca si distingue per un servizio completo ed efficiente di customer care anche attraverso SMS.

Ma tutte queste possibilità a che costo?

Da sempre Fineco sconta costi elevati in ragione del servizio e dalla cura che mette nel fornire questi servizi e di essere premium in questo settore.

Nel primo mese di apertura del conto e per i due mesi seguenti Fineco garantisce le commissioni ridotte sia su azioni, obbligazioni che su futures.

Solo costi di spread e zero commissioni invece per CFD, CFD Fx, Super CFD e Daily Options.

Per le opzioni si parte da 2,50€/$ su Idem, Eurex e CBOE mentre per i futures fino a 1€ su Idem ed Eurex e 2$ su CME.

Si ha poi una commissione fissa in base all’operatività, a partire da 2,95€ o 3,95€ o 10CAD per azioni Italia, Europa, USA e Canada.

Ma approfondiamo meglio perché Fineco distingue tra classi di costo a seconda dell’operatività e una logica che “più operi meno paghi”.

In questo caso sta a voi fare un’attenta valutazione delle vostre attività presenti e future e scegliere il profilo più conveniente.

A seconda delle commissioni generate i costi come abbiamo detto cambiano e anche notevolmente. 

Chi ha svolto nel mese precedente operazioni fino a 99 euro di commissioni si troverà a pagare 19 euro su azioni italiane ed europee e 12,95 dollari su azioni USA e 25 dollari canadesi sulle azioni di questo Paese.

Al superamento di 100 euro di commissioni scatta un elevato sconto di costi.

Si paga infatti 9,95 euro su azioni italiane od europee e 9,95 dollari 0,20 CAD se avete operato rispettivamente con azioni USA o canadesi. 

Se sempre nel mese precedente si sono invece svolte operazioni per 1.500 euro di commissioni il costo scenderà a 6,95 euro su azioni italiane ed europee e 8,95 dollari per le USA e 15 CAD sulle canadesi.

Se invece si supera la soglia dei 2.000 euro di commissioni nel mese precedente allora qui come abbiamo detto si ottengono numerosi vantaggi e i costi applicati saranno di 2,95 euro per azioni italiane ed europee e 3,95 dollari o 10 CAD per azioni USA o se azioni canadesi.

In basso trovate un grafico riassuntivo esposto dalla banca.

Costi simili graduati secondo le commissioni svolte nel mese precedente si hanno se si opera con derivati: futures od opzioni. 

Se si sono scelti questi strumenti bastano 500€/$ di commissioni generate per guadagnare una fascia commissionale ridotta che si mantiene in automatico per tutto il mese successivo. 

Non ci sono invece commissioni se si lavora con CFD.

Qui in basso riportiamo un grafico realizzato da Fineco con le commissioni diverse applicate per le opzioni e per i futures.

Ma passiamo ora al secondo dei migliori broker per azioni del 2019.

Directa

Directa SIM è una delle piattaforme storiche per il trading.

Nata nel 1996 è stata uno dei primi broker online del mondo e come ama anche essa stessa definirsi “pioniere del trading online italiano” .

Questa SIM è una delle più trasparenti presenta infatti tutti i dati aggiornati su chi sono e sul loro andamento e fonti finanziarie

Anche Directa in quanto ad avanguardia in termini di tecnologia garantisce l’operatività sia da normale pc, sia da tablet e da smartphone e la possibilità con il servizio dPiù di ricevere servizi aggiuntivi tra cui notifiche e alert su Telegram.

Come Fineco offre l’accesso a più di 20 mercati mentre gli strumenti finanziari offerti sono azioni, forex, criptovalute, obbligazioni, ETF, derivati: opzioni, futures e futures su derivati e certificates.

L’operatività consentita è sia su operazioni intraday che multiday e overnight.

Presente anche la possibilità di marginatura dinamica su una lista ampia di titoli. 

I margini variano per i diversi titoli, dal 20% al 50% in funzione della loro volatilità, e sono i medesimi per le posizioni long e short.

Di certo Directa punta molto su una strategia di leadership di costi, obiettivo più volte ribadito navigando online e ben visibile nell’immagine in home del sito. 

Offre infatti un conto a costo zero per apertura, tenuta, chiusura e così anche per piattaforme di trading.

Si pagano invece i seguenti servizi: estratti conto e moduli cartacei, l’accesso ad alcune piattaforme, alcuni servizi specializzati di informazione e quotazioni real time.

Inoltre se la modalità online inizialmente non vi soddisfa per l’apertura del conto e per l’invio di ordini potete usufruire delle partnership con diverse banche su tutto il territorio nazionale.

Diverso invece il discorso per le tariffe sulle commissioni per le operazioni effettuate.

Su queste anche Directa attua una scala di prezzi che dipende dall’operatività svolta. 

Ci sono tre diverse tariffe:

  • proporzionale
  • fissa per ordine o per contratto
  • degressiva

Molto dipende dal tipo di di strumento e di mercato selezionato.

Ad esempio per azioni, certificati ed ETF sono applicate le tre diverse tariffe ma per obbligazioni, forex e criptovalute sono disponibili solamente la soluzione fissa o la soluzione degressiva.

Essendo alla ricerca del miglior broker per azioni ecco qui lo schema dei costi applicati secondo i tre diversi profili tariffari scelti nelle operazioni con azioni e sui diversi mercati:

Miglior broker azioni 2019Nel caso in cui la vostra operatività sia abbastanza elevata o se volete comunque fare molta pratica o stare tranquilli senza fare ogni volta diverse valutazioni sulla convenienza o meno di un’operazione la soluzione migliore è quella degressiva

Se vi chiedete come funziona ecco la tabella riepilogativa:

Mentre le tariffe applicate per l’operatività futures valute, forex e cripto sono le seguenti:

Directa inoltre attraverso Option ruler consente di testare personali strategie.

Essendo però una SIM specializzata nel trading è del tutto assente il servizio di consulenza e l’attività di investimento.

Questa è una scheda riassuntiva di tutti i vantaggi e servizi offerti da questa SIM con un rapporto qualità/prezzo molto positivo

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!.

Ma arriviamo ora all’ultimo dei broker selezionati per questo speciale sui 5 migliori broker per azioni del 2019.

Interactive Brokers

Interactive Brokers è una delle migliori piattaforme per fare trading.

Ne avevamo già parlato qui pienamente soddisfatti del suo servizio.

Interactive Brokers garantisce l’accesso ai dati di mercato 24 su 24, sei giorni a settimana di ben 125 mercati e l’operatività su 31 Paesi e 22 valute

Questo broker consente operatività attraverso diversi device dal pc al mobile.

Gli strumenti disponibili sono azioni, opzioni, future, forex, strumenti a reddito fisso, ETF e CFD da un unico conto e la possibilità di sottoscrivere hedge fund e titoli a reddito fisso.

Conversione di valute a tassi di mercato pari a soli 1/10 punti base o apertura di posizioni garantite da una valuta non di base.

Interactive Brokers consente la negoziazione di prodotti in molteplici valute tramite un unico conto.

Fornisce il servizio di marginalizzazione e sistemi sofisticati di gestione del rischio.

Interactive Brokers nei suoi 41 anni di attività ha saputo mantenersi aggiornato e competitivo ed oggi è in grado di fornire piattaforme progettate con attenzione per i trader professionali tra cui la Trader Workstation (TWS).

Questa piattaforma è stata progettata dai market marker e permette di ottimizzare la velocità e l’efficienza della propria attività di trading.

Con lo strumento Option Lab e avanzati strumenti di trading online permette di individuare e progettare le proprie personali strategie.

Miglior broker azioni 2019Una delle soluzioni più interessanti che IB è Investor’s Marketplace.

Qui singoli trader possono interagire tra loro incontrandosi e avviare opportunità commerciali o semplicemente promuovendo i propri servizi.

IB consente quattro diverse soluzioni di conto:

  • Investitori e trader individuali
  • Family office
  • Piccole imprese
  • Consulenti per amici e famiglia

Per ognuno dei quattro conti sono offerti servizi di marginazione e di ottimizzazione del rendimento delle azioni oltre che nell’esecuzione al miglior prezzo possibile.

Ma i costi

IB offre due diverse tipologie di commissioni e molto dipende dal tipo di strumento, dal mercato in cui si opera e dall’ammontare delle operazioni eseguite.

Per quanto riguarda azioni, ETF, warrant e futures questa piattaforma applica due tipi di commissioni:

  • degressive
  • fisse

Per azioni, ETF e warrant le commissioni sono l’82% più bassi dei concorrenti degressive diminuiscono in base. 

I costi degressivi consistono in commissioni di intermediazione contenute che diminuiscono in base al volume, oltre a commissioni di borsa, regolamentari e di compensazione.

In più in caso di sconti applicati dalla borsa valori, una parte (o la sua totalità) viene automaticamente trasferita al conto del cliente.

Il sistema degressivo applica per le operazioni svolte in Europa le seguenti commissioni:

Mentre il sistema degressivo per gli Stati Uniti per operazioni con azioni applica le seguenti commissioni:

Il sistema a prezzi fissi invece addebita una commissione contenuta a tasso fisso per azione oppure una percentuale del valore della transazione.

Nel costo vengono considerate anche commissioni borsistiche e regolamentari.

Per azioni, ETF e warrant USA, le commissioni sulle transazioni sono trasmesse per tutte le vendite di titoli.

Ecco lo schema di questi prezzi per le commissioni in Europa:

Miglior broker azioni 2019

Mentre per gli USA:

Miglior broker azioni 2019

Infine molto valida anche la piattaforma messa a disposizione ai consulenti finanziari.

Rispetto a Directa, Interactive Brokers non si appoggia a nessun istituto fisico e il servizio di assistenza dobbiamo dire rimane un po’ farraginoso nell’utilizzo. 

Qual è il miglior broker per azioni del 2019?

Da questa analisi credo sia chiaro che tutti e tre sono ideali come broker per azioni e come soluzioni per fare trading. 

Se dovessimo nominare un vincitore assoluto sbaglieremmo perché molto dipende da quelle che sono le vostre strategie, le conoscenze e gli obiettivi oltre che alla frequenza e tempo che potete dedicare a questa attività.

E per voi qual è  il miglior broker per azioni del 2019?

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *