menù

3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020

Scopriamo in questo articolo 3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020, continuate a leggere così da limitare le perdite.

Vi è mai capitato di acquistare un titolo e nelle settimane successive al vostro investimento vederlo perdere il 50-60 fino al 70%.

Se siete degli investitori reali e fate trading sicuro almeno una volta vi è successo, è successo anche a me.

È normale, e soprattutto vi succederà anche in futuro.

È il rischio del nostro mestiere per questo voglio mostrarvi 3 titoli americani che sono a forte rischio di crollo nel 2020.

Insomma ognuna di queste potrebbe portarci delle cattive sorprese, tanto più che in questo momento per i livelli di prezzi stanno andando anche discretamente bene.

Sono veramente tre titoli insospettabili e li conoscerete sicuramente.

A livello societario hanno qualche difficoltà e potrebbero nel 2020 perdere veramente tanto, perciò pronti e partiamo con una big e inaspettata.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

La prima azienda a rischio tracollo

Cominciamo con General Electric – GE, società americana che sicuramente conoscerete.

Nell’ultimo periodo è andata molto male, veramente molto male.

Negli ultimi mesi il titolo è passato ha avuto un vero e proprio crollo.

Soltanto dal 2017, quando i prezzi quotavano 30 dollari per azione, è sceso e più che dimezzato il suo valore.

Il titolo ha raggiunto i minimi, poco più di 5 dollari.

C’è stato un rimbalzo quando i prezzi sono arrivati in area 11, un solo rimbalzo proprio nel 2019, ma sta attirando l’attenzione di molti perché non vendono a prezzi così bassi.

Molti esortano a comprare, convinti che questo è il momento giusto perché i prezzi torneranno a 30 dollari.

Se dobbiamo parlare in gergo si dice il “rimbalzo del gatto morto” perché potrebbe essere un semplice rimbalzo che poi potrebbe portare ad un ulteriore crollo.

Chiaramente non c’è nulla di certo, il mercato è di per sè molto reattivo ed elettrico, ma in base ad alcune valutazioni secondo me potrebbe riservare delle brutte sorprese.

Vediamo cosa mi porta a motivare tale previsione non positiva.

Analizziamo alcuni dati significativi.

Il primo è l’indebitamento della società, questa è un’azienda molto indebitata, infatti il rapporto tra debito ed equity è di 3 anche 3,34 volte.

Questo significa che il debito è di 3,3 volte superiore rispetto all’equity, come potete vedere in immagine.

3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020

Si tratta per questo di una società che fa molto ricorso al debito e che inevitabilmente dovrà essere ripagato ogni ogni anno, il problema è che facendo debito non si devono pagare solo le quote di debito ma anche gli interessi che matura.

Se non ripari quel debito quindi se non paghi gli interessi dei debitori negli USA ti mettono le catene fuori dai cancelli, li fanno proprio chiudere.

Nell’ultimo anno la società essendo tornata ad aumentare gli utili diciamo si sta riprendendo.

Ha fatto nell’ultimo anno 72 milioni di dollari di utile che sono però una briciola per per quanto è grande.

Diciamo che stiamo parlando di un colosso che vanta 97 miliardi di capitalizzazione.

Tuttavia questo piccolo dato positivo non ci deve entusiasmare troppo infatti non riesce invece a far ripartire il fatturato.

Il fatturato continua a rallentare e se il fatturato rallenta come potrà mai ripagare un debito?

Quando si fa difficoltà a vendere e a fare fatturato si corre il rischio sul debito e  rischi di prendere delle brutte batoste.

Aspettiamo ora il 29 gennaio, quando ci saranno i prossimi dati trimestrali.

Se possedete il titolo e se su dati trimestrali dovesse riportare un calo ancora più marcato delle vendite e magari un calo anche degli utili potreste ritrovarvi a combattere con nuove bordate di vendite sul titolo.

Proprio per questo è un titolo cui prestare veramente molta attenzione.

Non dico che scenderà anche perché al momento al livello tecnico sta andando bene, ma a livello societario ci sono delle problematiche che è meglio risolva, al momento noi non possiamo che prenderne atto.

Scopriamo il secondo titolo insospettabile.

andamento general electric

3 azioni che rischiano il tracollo: una tech insospettabile

Microchip Technology Incorporated, altra società americana i cui prezzi nel breve periodo vanno bene, pensate sono praticamente sui massimi degli ultimi due anni e stanno quasi sui massimi storici.

Molti vedendo questo bel trend rialzista certamente penserebbero proprio di comprarla, ma portate pazienza, aspettate, so che è difficile perciò insisto molto sulla gestione morale anche nel trading.

Certo dà degli ottimi spunti rialzisti, capitalizza 25 miliardi di dollari, davvero molto grande.

Fa degli utili di 400 milioni di dollari, ma attenzione anche qui se ci fermiamo a guardare gli altri fondamentali abbiamo qualche elemento negativo.

3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020 fondamentali

Primo un pò e abbastanza elevato di nuovo il debito molto alto.

Abbiamo un debito che è 1,8 volte superiore all’equity, al capitale azionario.

Si tratta di nuovo di una società che fa molto ricorso al debito.

Abbiamo un’azienda che sta avendo difficoltà e sta così incanalando il fatturato dell’azienda per ripagare parte del debito.

E se non riuscisse più a ripagare il debito?

Anche in questo caso e come detto prima per General Electric può essere un problema.

Al momento in cui scriviamo più che dall’utile stanno arrivando dei campanelli di allarme dal punto di vista del fatturato.

Questo campanello deriva dalla riduzione della posizione degli istituzionali negli ultimi tre mesi l’hanno ridotta dell’1,88.

Anche diversi insider hanno leggermente ridotto la loro la loro esposizione.

È una società che sta facendo bene da un punto di vista di del movimento dei prezzi, ma meno bene dal punto di vista fondamentale.

Nell’ultimo anno il titolo ha sofferto molta volatilità, che si era già presentata dal 2018, come vi mostriamo nel grafico.

microsoft tecnology incorporated

Quando si presenta una situazione così nervosa, come nel grafico in basso, non si pronuncia mai nulla di buono, per questo vi dico di fare attenzione anche a questo titolo.

3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020 analisi tecnica breve microsoft

Non dico che sicuramente al 100% crollerà, ma solo che nel 2020 potrebbe riservare delle brutte sorprese.

Certo se dovessero uscire delle trimestrali positive e in crescita allora cambia completamente la view.

Ad oggi la situazione è questa qui per questo mettere un alert o fare attenzione nei prossimi giorni e mesi è meglio.

Siamo quasi arrivati all’ultimo titolo tra le azioni che rischiano il tracollo nel 2020.

Quando vedrete il terzo titolo vi sorprenderete, forse rischierete anche voi di tracollare dalla sedia.

Tra i tanti screener, potreste chiedervi come ho fatto a trovarli, fanno parte del mio pacchetto di screener che tra l’altro trovate sempre disponibili e ci sta anche l’analisi tecnica, così in base alla vostra operatività potete decidere come operare.

Ogni giorno in base a questi valuto i dati di analisi fondamentale e trovo le aziende che sono a rischio crollo, in ottima salute, le aziende che sono pronte o ancora quelle che hanno dei fondamentali esplosivi o vengono acquistate dagli istituzionali.

Su Finviz scandaglia il mercato e mi fa vedere solo quelle 20-30 aziende più interessanti, tra cui appunto ha trovato anche queste 3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020.

Il terzo tra gli insospettabili

Tra le tante aziende nel pacchetto sinceramente mi sento di focalizzarmi su Teradata Corporation opera nel settore dell’information technology.

Il codice è TBC e si tratta di un titolo che dal lato prezzo non sta andando molto bene.

Si trova sui minimi proprio sul limite del minimo storico.

Per molti potrebbe essere una buona opportunità di investimento, ma come sapete a me non piace comprare i titoli che scendono.

In realtà, ci sono anche delle chiare difficoltà aziendali.

Oltre ad una bassa capitalizzazione pari a 3 miliardi il titolo è tra i peggiori, di sicuro batte le due precedenti.

Nell’ultimo anno ha raccolto 15 milioni di fatturato, ma livello aziendale però non sta andando particolarmente bene.

Ha un P/E  decisamente elevato ed anche un price book alto, questo quota 9 volte il prezzo di libro.

A livello di debito ugualmente non è positiva, è alto rispetto all’equity uguale a 1,8, come potete vedere in basso.

Si tratta di una società molto indebitata che però sta affrontando altri problemi molto più importanti, ossia un calo del fatturato oltre che un calo degli utili, proprio per questo temo che potrebbe andare in difficoltà nel ripagare questo debito.

teradata

Se ciò dovesse accadere saranno problemi e infatti il titolo è passato da una quotazione di 50 dollari ai 25 dollari, dimezzando il 50%nel 2019 perché appunto ci sono criticità dal lato business, è troppo indebitata e se continua a rallentare sarà un vero problema.

Il titolo non piace neanche agli istituzionali che se ne stanno andando via molto velocemente.

Hanno ridotto la loro esposizione del 9% e alcuni insider stanno acquistando il titolo, ma potrebbe essere un azzardo.

Il 7 novembre ha pubblicato i conti trimestrali e la situazione come detto ha confermato la negatività.

Aspettiamo ora le prossime trimestrali a gennaio, se dovesse confermare questo trend negativo potrebbero arrivare momenti veramente brutti.

Se dovesse ricominciare a crescere lato fatturato e utile allora potrebbero arrestare le vendite che ci sono state negli ultimi mesi, per adesso la fotografia è assolutamente negativa.

Sia dal lato business sia lato analisi tecnica.

Proprio sulla tecnica possiamo notare come ci sia un calo di prezzi non solo nel breve ma anche nel trend di fondo.

Per questo fate attenzione a possibili crolli.

teradata azioni che rischiano il tracollo

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020: perché proprio queste 3

Questi sono stati le 3 azioni che rischiano il tracollo nel 2020 che secondo me potrebbero rivelarci molte sorprese nel 2020.

Tra le tante ho scelto proprio queste perché sono abbastanza conosciute e quindi potrebbero molto piacere ad alcuni investitori soprattutto a chi magari inizia da poco o sottovaluta il valore dell’analisi fondamentale potrebbe puntarci molto.

Mi sono sentito di consigliarvele per mettervi in attenzione e per evitarvi delle brutte sorprese nel 2020.

Molti potrebbero avere in portafoglio questi titoli e non sapere come stanno andando i business di queste aziende e quindi ancora di più dovrebbero prestare attenzione.

Voi cosa ne pensate, quali saranno le azioni che più di tutte potrebbero sorprendere il 2020?

Scrivetemelo nei commenti.

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

Comments

  1. Alfonso

    Articolo interessantissimo!!
    Grazie!!
    Alfonso

  2. riccardo

    Microsoft Technology Incorporated o Microchip Technology Incorporated ??

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *