Accedi a Stock Selector e crea il tuo portafoglio azionario anti-crisi
menù

Dumpling tops: come riconoscerli

In questo articolo scopriamo cosa sono i dumpling tops e come riconoscerli.

Uno dei primi passi per imparare ad usare l’analisi tecnica è riconoscere l’andamento dei prezzi di un titolo attraverso l’uso delle candele giapponesi.

Scopriamo allora uno dei pattern meno frequenti delle candele giapponesi, ma che se dovesse presentarsi può darci importanti segnali.

Impareremo a riconoscerlo e come funziona.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

Cos’è il dumpling tops

I dumpling tops sono un pattern che si presenta sui grafici a candele giapponesi.

Per quanto la traduzione letterale potrebbe far pensare a qualcosa di appetitoso, dumpling significa infatti raviolo, in realtà indicano un’inversione ribassista che deve essere confermato dalla candela successiva al pattern.

Indicano un modello che si forma solitamente sui massimi.

In effetti, come anticipato, è un modello molto raro, che lascia ampio spazio all’interpretazione dell’analista pura.

Si tratta a differenza degli altri modelli, che sono molto più meccanici e rigorosi nell’interpretazione, di un modello molto discrezionale.

Questo infatti è l’unico modello che non specifica un numero minimo di candele e neanche un numero massimo per formarsi.

Può essere formato da 3 o 4 candele ma anche da 7 a 8 candele, da 9 a 10. L’importante però è la sua formazione.

Per la sua struttura viene paragonato ad un altro pattern, il Rounding Top, che è uno dei modelli grafici occidentali.

Si presenta come uno dei modelli più classici, quello infatti della U rovesciata.

Come riconoscere i dumpling tops

Innanzitutto dobbiamo avere un trend rialzista di provenienza, quindi i prezzi devono essere crescenti, minimi e massimi crescenti.

Secondo elemento, in questo trend rialzista, devono esserci delle candele con dei piccoli real body e che si trovano più o meno tutte sullo stesso livello.

Appare quasi come se fossimo in presenza di una pausa di consolidamento, meglio ancora se via via, piano, piano che si sviluppa il pattern, abbiamo una successione in questo caso di massimi decrescenti, se notiamo dunque un passaggio da una serie di massimi crescenti, a massimi laterali e massimi decrescenti.

dumpling tops

La caratteristica importante di questo pattern è la formazione di un gap.

Si deve così presentare un gap down tra due candele.

Tale candela in gap attiva e conferma il pattern, è proprio dopo il verificarsi di questo pattern che possiamo operare.

Essendo un pattern di inversione ribassista vorrà dire che opereremo aprendo le posizioni in short.

Tutto il gap farà da resistenza, quindi lo stop loss si può mettere in 2 modi diversi.

Si può mettere, primo modo, sopra all’apertura del gap oppure, secondo modo, sopra al massimo del pattern.

A differenza del Rounding top dei modelli occidentali questo pattern richiede il gap per il completamento e l’attivazione del pattern stesso.

L’importanza del dumpling tops 

A livello psicologico che cosa ci dice il dumpling tops?

Ci dice che prima abbiamo un mercato in cui i bulls, le tendenze in acquisto, hanno il pieno controllo della situazione.

Poi però diminuisce questo interesse all’acquisto e i tori perdono potere cui segue una sostanziale fase di equilibrio, dove i tori perdono lentamente sempre più forza e il trend stesso si indebolisce.

Il gap è la testimonianza di un passaggio di consegne di controllo.

Il controllo del mercato passerà agli orsi che saranno in questo passaggio.

Il passaggio ai bears ovviamente farà anche chiudere le operazioni e le posizioni ai tori che impauriti andranno anch’essi ad alimentare lo short sul titolo, l’offerta sul titolo che farà scendere le quotazioni.

A questa discesa si uniranno anche i nuovi orsi che andranno spingere i prezzi sempre più giù fino a che appunto non ci troviamo sulle righe singole e rosse finali dell’immagine in alto.

I giapponesi dicono che in presenza di tale modello il mercato diventa insensibile alle buone notizie.

Questo significa che se il mercato costruisce questo modello in prossimità in presenza di buone notizie sul titolo allora assume ancora di più una particolare una particolare importanza.

Se notate che escono buone notizie sul titolo ma comunque esso prende tale configurazione, allora questo pattern assume ancora maggiore importanza ed il titolo è diventato insensibile alle buone notizie.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Un esempio pratico

Andiamo a vedere per esempio questo pattern su un grafico reale.

Vi avverto è molto raro che si presenti, ma ecco come appare quando si manifesta. Possiamo vedere come lascia molto spazio all’interpretazione.

Abbiamo un chiaro trend rialzista però su questo trend rialzista ad un certo punto vediamo come i massimi prima sono alti, poi sono orizzontali e poi dopo c’è una successione di piccole candele, indicato nel grafico.

esempio dumpling tops

Si caratterizza così per 3 fasi:

  1. una fase iniziale fortemente rialzista
  2. la fase laterale dove domina l’indecisione
  3. l’inversione della direzione e il successivo trend al ribasso

I massimi sono via via sempre più decrescenti e poi alla fine abbiamo il nostro gap down che attiva il pattern, la freccia rossa del grafico in alto.

Il gap è solitamente il livello di short per poi andare ad operare.

Ovviamente il target non identifica questo questo modello come tutti i modelli delle candele giapponesi.

In questo esempio è poco evidente, ma in parte si nota la forma ad U rovesciata.

Se vogliamo fare anche un’analisi in più possiamo vedere che quello finale prima del gap potrebbe essere quasi un falling three methods.

Così ad una long black candle seguono due candele di continuazione con un piccolo real body e poi una nuova long black candle.

Non è raro infatti trovare 2 pattern, abituatevi e cominciate a familiarizzare con questa possibilità, che d’altra parte è molto utile perché la compresenza di più pattern significa una maggiore forza situazione che si sta presentando.

L’opposto del Dumpling tops è Fry Pan Bottom, anche qui un altro appellativo particolare ma non avete fretta, familiarizzate con questo che il fry pan lo scopriremo nel prossimo articolo.

Sebbene raro, vi è mai capitato di trovare un dumpling top?

Scrivetemi quando e come avete operato qui nei commenti.

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento