Broker's battle: La guida definitiva per scegliere il broker
menù

Trading online: 3 attività essenziali di ogni vero trader

Scopriamo quali sono le 3 attività essenziali nel trading online per ogni vero trader.

Perché proprio queste 3 attività sono essenziali nel trading

Devo testimoniare come molto spesso chi è alle prime armi crede che fare trading basti solamente comprare e vendere un’attività finanziaria con lo scopo di trarre dei profitti economici.

Ridurre l’attività di trading nella semplice analisi e vendita di strumenti finanziari è a volte un po’ riduttivo.

C’è da dire che l’attività di trading non è limitata al semplice guardare il grafico, comprare e vendere, ma c’è molto di più.

E presto lo scoprirete tanto più continuate.

Quello che vedete molto spesso è soltanto la punta dell’iceberg sotto c’è davvero un altro mondo.

E di questo mondo che piano, piano imparerete a conoscere, scopriamo le 3 attività essenziali che un trader deve fare e che sono alla base per essere a 360# un vero trader.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

Attività 1: analisi di mercato

I liberi trader quelli, coloro che lo fanno come professione, gestiscono 3 grandi macro attività la prima è proprio quella di fare analisi del mercato.

gestione del rischio e del capitale esecuzione dell’ordine e gestione della emotività quindi della psicologia cominciamo con l’analisi del mercato

Prima di tutto un trader deve definire quale è il suo mercato, cui segue quella del titolo su cui vogliamo operare e che valutiamo, attenti bene, valutiamo di poter tradare.

L’analisi del mercato può essere fatto con diversi strumenti.

C’è chi utilizza l’analisi fondamentale, chi utilizza l’analisi tecnica, chi utilizza l’analisi grafica a chi l’analisi ciclica.

Chi preferisce un’analisi quantitativa quella fatta di indicatori e indici e chi meno.

Sono tantissime le tipologie di analisi e c’è chi ne combina più di una.

La combinazione più frequente è tra analisi tecnica e fondamentale, io faccio molto.

C’è chi svolge l’analisi grafica oltre all’analisi fondamentale dei mercati e vi combina un’analisi macroeconomica.

Ognuno analisi analizza il mercato con la sua personale strategia, non esiste una strategia unica valida per tutti.

Perché dico questo, perché ognuno ha il suo orizzonte temporale, la sua strategia specifica con lo scopo di trovare opportunità di trading e dove andare a trarne profitto.

Dall’analisi si potrà trarre se ci sono segnali di acquisto oppure segnali di vendita ma analizzare il mercato è necessario.

Per esempio trovo che c’è un’opportunità di acquisto, analizzando il mercato, su un titolo vedo il prezzo d’ingresso, il mio target price, quindi mio obiettivo di prezzo, dove può arrivare il prezzo vedo anche dove chiudere l’operazione se i prezzi dovessero andare contro la mia direzione.

Ma è sufficiente?

No, non basta sapere che avete trovato un’opportunità di acquisto su un certo titolo, perché serve l’attività numero 2 che ogni trader compie.

Attività 2: gestione del capitale e del rischio

Questa seconda macro categoria è importante tanto quanto la prima.

Se si sbaglia a fare questa posso essere anche il più bravo/a del mondo, ma se sbagliate a gestire il rischio e il capitale prima o poi distruggete, azzerate il portafoglio.

Che cos’è la gestione del capitale e la gestione del rischio.

Qualcosa abbiamo già scoperto sulla gestione del capitale ed è dire, pianificare proprio quanto capitale investire in quel titolo.

Ho trovato l’opportunità, devo definire quanto investire e soprattutto quanto investire in funzione del rischio che io posso sostenere.

Questa misura deve essere commisurata a quanto potete permettervi di perdere in un singolo trade.

Se io posso permettermi di perdere in un singolo trader solo 100-200 euro allora devo andare a definire quella quantità di capitale che, se le cose dovessero andare male, mi farebbe perdere soltanto 100-200 euro.

Sembra facile, ma non lo è.

Passiamo ora alla terza attività delle nostre 3 attività essenziali nel trading.

Avete qualche idea?

Forse è la più “chiacchierata”, ma come le altre 3 attività essenziale per il trading online.

Attività 3: esecuzione dell’ordine e gestione della psicologia

Dopo aver definito che cosa comprare e aver definito quanto investire io devo andare ad eseguire l’operazione, il come.

Vado sulla piattaforma e vado a immettere l’ordine.

Inserisco il prezzo di ingresso, inserisco il mio stop loss e inserisco il mio target price, il mio obiettivo di prezzo.

Da qui nel momento in cui premo compra c’è un nuovo mondo ossia la terza fase: inizia il trade!

Bisogna gestire le emozioni, la famosa gestione della psicologia.

Dal momento in cui un trader esegue l’operazione e investe il suo denaro reale va incontro ad una serie di variabili emotive che possono anche compromettere la sua operatività.

Possono spingerlo a compiere decisioni sbagliate, farsi prendere dalla paura, dall’ottimismo, dal pessimismo, dall’avarizia o dall’avidità, dall’egoismo da qualsiasi altra emozione esagerata o meno.

Spesso si sottovaluta tutta la componente dello stress che può avere impatto sulle sue decisioni.

Può quindi dormire male, dormire peggio essere preoccupato pensieroso e così via. Ce ne sono decine e decine di emozioni a cui può essere soggetto il trader dopo che esegue l’operazione e che cambiano, queste emozioni, anche in base a come si sviluppa l’operazione: se va in guadagno, se va in perdita e di quanto oscilla.

Gestire tutte queste emozioni possono spingere il trader a prendere decisioni sbagliate come chiudere l’operazione prima che raggiunge lo stop loss, degli stop loss anche abbiamo parlato.

Questi sono infatti gli errori del trader perdente.

Essere preparati ed evitare le emozioni come potete vedere ci mette al riparo dalle perdite.

3 attività essenziali trading

Succede a tantissimi, mi correggo: quasi a tutti, soprattutto a chi è alle prime armi.

Il non saper gestire l’emotività, la psicologia può portare a al fallimento nel lungo termine.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Perché queste 3 attività sono essenziali nel trading online 

Tutte queste tutte queste attività sono importanti e tutte in ugual misura.

Se manca bilanciamento in una di queste 3 non potrò avere successo.

Come uno sgabello su treppiedi se io gli tolgo un piede finisco giù per terra.

Possono essere bravo ad esempio nella gestione dell’emotività, ma non saper fare analisi e quindi non avrò successo.

Posso essere bravo nell’analisi ma non gestisco il rischio e non avrò successo e così via.

Posso togliere uno qualsiasi di questi elementi e i risultati saranno sempre negativi.

Per avere successo nel trading online un vero trader deve saper gestire tutte e tre queste attività essenziali in maniera ottimale ed è per questo e sulla base della mia personale esperienza che ve ne ho voluto parlare e spingere a migliorarle.

Quale pensate sia l’attività più sottovalutata?

Datemi le vostre risposte nei commenti.

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

1Commento

  1. Roberto
    Giugno 17, 2020

    credo che la gestione del rischio sia la più difficile da attuare.

    Rispondi

Lascia un commento