Accedi a Stock Selector e crea il tuo portafoglio azionario anti-crisi
menù

Gap nel trading: cosa sono e come funzionano

In queste giornate di alti e bassi può accadere che un titolo apra in gap, ma cosa sono questi gap nel trading?

Impariamo a conoscere cosa sono, le diverse tipologie e cosa ci indicano dell’andamento di un titolo.

Cosa sono i gap nel trading?

I gap sono dei vuoti di prezzo tra due candele o due barre adiacenti ed indicano livelli di prezzi dove non vi è stato alcuno scambio.

Questi si verificano quando un particolare strumento apre la giornata in maniera molto superiore rispetto al massimo del giorno precedente, si parla così di gap up.

Se invece apre molto al di sotto del minimo registrato il giorno precedente si parla di gap down.

Per individuarlo ed essere sicuri di avere un gap le candele non devono sovrapporsi, non solo i bodie ma neanche le loro rispettive shadows.

I gap esprimono forza nella direzione in cui si verificano, se quindi gap up un rialzo, se gap down un ribasso.

Mi raccomando state attenti perché non è vero tutti i gap devono chiudersi e non operate contro la direzione del gap: starete andando contro la forza, la direzione ormai intrapresa da quel gap e rischierete di fare più danni di quanto immaginate.

Non operate perciò su un gap up in maniera short ma seguite il gap e affidatevi a lui.

I gap fungono da continuazione, mentre il vuoto lasciato si usa come zona di supporto o resistenza.

Quindi tutto il gap funziona da supporto o di resistenza e per questo sono utilissimi per fissare i nostri stop loss, questi dobbiamo posizionarli oltre il gap che si va a formare.

gap nel trading

L’opposto dei gap nel trading

Opposto in parte al gap è il lap.

Questo si presenta quando l’apertura di oggi è superiore alla chiusura di ieri, si parla così di lap up.

Al contrario se l’apertura di oggi è inferiore alla chiusura di ieri si ha un lap down.

Sono usati e individuabili maggiormente nei grafici intraday.

lap nel trading

4 tipologie di gap nel trading

Esistono 4 tipologie di gap che dobbiamo saper riconoscere per poter fare analisi tecnica nel modo corretto e fare trading con successo.

Ad esempio essi sono utilissimi per individuare trend e per capire al meglio come sfruttarli.

Il primo tipo di gap è il breakaway gap o gap di fuga, questo si verifica spesso all’inizio di un nuovo trend e fornisce un segnale di forza.

Poi abbiamo i runaway o measuring gap che sono gap di continuazione che si verificano nella fase centrale di un trend ed esprimono forza del trend.

Infine, gli exhaustion gap o gap di esaurimento che si verificano al termine di un trend ed esprimono invece al contrario debolezza.

Tutto il resto dei gap che non rientra nell’interno di queste tre tipologie sono comunemente definiti gap comuni che non danno alcuna indicazione operativa.

Mi dispiace dirvi che la maggior parte dei gap sono proprio gap comuni.

gap nel trading il common gap

Il saper riconoscere queste 4 tipologie può garantirvi importanti vantaggi tecnici.

Break away gap

Il breakaway gap o break di fuga, questo si verifica spesso al completamento di un importante figura di inversione, solitamente la va a completare.

Sono generalmente accompagnati da forti volumi e la maggior parte delle volte non vengono chiusi da successivi movimenti correttivi o vengono chiusi solo parzialmente.

Come regola generale maggiore è il volume che segue la formazione di tale gap e minori sono le probabilità che esso verrà chiuso nei giorni successivi.

Immaginate un testa e spalle, che abbiamo visto recentemente, la rottura della neckline spesso avviene con un breakaway gap.

Questo tipo di gap spesso si verifica a contatto anche con livelli chiave come possono essere il supporto o la resistenza.

Questi livelli spesso vengono rotti o superati proprio con questa tipologia di gap che ne aumenta ulteriormente la forza.

Fate molta attenzione a questo successivo punto perché è molto importante: il movimento che segue la rottura di una trendline con un gap di fuga spesso si trasforma in una inversione del trend.

Sono un gruppo molto importante perché spesso danno vita a forti e duraturi trend se si forma al completamento di pattern importanti come un testa spalle, alla rottura di un supporto o resistenza, alla rottura di trendline.

Più sono alti i gap ed i volumi minori sono le probabilità di chiusura dello stesso.

breakaway gap

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

Runaway gap

I runaway gap sono gap di continuazione o di misurazione e si verificano nella parte centrale di un trend dopo un gap di fuga.

La compresenza di entrambi indica la continuazione di un trend, ci troviamo nella parte centrale di un trend.

Avvengono su volumi moderatamente elevati che sono in media più elevati della media, ma più bassi dei gap di fuga.

Un gap up di continuazione indica la forza in un trend rialzista, al contrario un gap down di continuazione indica la debolezza in trend ribassisti.

Permettono di misurare un target minimo calcolato come distanza tra l’inizio del trend e la formazione del gap quindi se ci se ci troviamo di fronte a un runaway gap basta prendere la distanza che i prezzi hanno percorso dal minimo, quindi dall’inizio del trend fino alla formazione del gap, e proiettarla verso l’alto verticalmente per andare ad individuare un target minimo.

Solitamente vengono solo chiusi parzialmente dalle successive correzioni quindi anche questi spesso vengono lasciati aperti per moltissimo tempo.

Una chiusura oltre tali gap esprime debolezza (caso di un gap up) o forza (in caso di un gap down) così attenzione a posizionare sempre gli stop loss.

Posizionateli oltre la formazione di questo, se avete un gap up operate al rialzo e posizionatelo al di sotto e al contrario nel caso del gap down.

gap gap

Exhaustion gap

Si tratta di tutti quei trend cui fare molta attenzione perché si presentano nella parte finale di un trend e così indicano un trend stanco e prossimo alla conclusione.

I volumi sono bassi e si chiudono e si passa oltre nel giro di veramente pochi giorni.

gap nel trading

E voi avete mai operato con i gap?

Fatemi sapere se riuscite a sfruttarli o se li ritenete pericolosi qui nei commenti.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento