Broker's battle: La guida definitiva per scegliere il broker
menù

Dogs the Dow: come funziona questa strategia?

Il Dow Jones continua la sua ripresa, nonostante tutto, ma c’è una strategia di trading per sfruttare il rialzo degli ultimi giorni.

Perchè bene o male se iniziate a fare trading non potete non applicare una strategia che sia sul Dow, su un azione o sull’oro.

Anche non averne una è una strategia: la strategia per perdere.

Ma vediamo anche solo per conoscenza e sperimentazione la Dogs of the Dow strategy.

Una strategia di trading per battere il Dow Jones?

Questa strategia di trading nasce circa trent’anni fa, nel 1991 da Michael B. O’Higgins che voleva battere il Dow Jones.

Ad oggi l’indice Dow Jones è in rialzo mentre tutto però è soggetto a variazione.

strategia trading dogs the dow 3

La strategia sul Dow nel suo funzionamento è molto semplice, cosa che vi ripeto anche io, sempre, di mantenere e usare nel trading una strategia semplice.

La Dogs the Dow si tratta di una strategia di trading che cerca di battere proprio l’indice Dow Jones Industrial Average.

Come fa?

Si applica investendo in quelli che sono i titoli blue chip del Dow Jones.

Ma quali si scelgono?

Tra i 30 più redditizzi prendi i primi 10 ed in particolare su quelli che hanno i dividendi maggiori.

Come dei cani da caccia che inseguono la loro preda voi farete esattamente con il Dow Jones.

Scegliere proprio questo tipo di azioni è dovto al fatto che solitamente le Blue chips non modificano il loro dividendo mentre invece i prezzi si dimostrano più volatili.

Investendo così riducete la volatilità, il che è un bene, ma anche un male.

Anche per questa stategia prima di applicarla dovete attenervi ai principi del money management.

Inoltre considerata la volatilità e le attese sull’economia vi consiglio anche di entrare con il giusto approcio mentale al mercato, migliorando l’aspetto psicologico riuscirete a gestire queste variazioni e a non fare danni quando tutto crolla.

Senza la giusta preparazione anhce mentale mettete a rischio la vostra strategia e il vostro rendimento.

Ma funziona la Dogs of the Dow strategy?

Questa strategia di trading è riuscita a chiudere in positivo il 2018 con l’1,5% mentre la perdita generale sul Dow era del 6%.

Insomma niente di superperformante o chissà quale risultato strabiliante, ma ha saputo tener forte contro le perdite, che vi consiglio, e di nuovo anche qui fino allo sfinimento, di tagliare sempre prima, anzi subito.

Dunque investire sulle 10 aziende migliori del Dow sembra premiare come strategia di trading, ma chi sono questi 10?

Per il 2019 sono stati i seguenti:

strategia trading dogs the dow

Ma come replicarla e quanto è conveniente?

Sì anche perchè alla fine sono proprio questi due elementi che voi che fate trading ricercate: come usarla e se ne valga la pena dedicarsi a una strategia di trading come questa sul Dow.

La strategia di trading è molto semplice e prende a riferimento il Dow Jones come detto, ma cosa del Dow?

Va short o long?

A inizio anno dovete definire quanto investire seguendo le regole del money management per comprare i titoli del Dow Jones che hanno avuto dividendi maggiori e acquistandoli in ordine di dividend Yield decrescente.

Ma è conveniente?

Come sempre dipende dal vostro obiettivo e dal tipo di trading che cercate.

Sinceramente si tratta di una strategia di lungo termine abbastanza conservativa, poco mobile e ugualmente poco mossi sono gli stessi risultati e profitti che la strategia consente di raggiungere.

Ci sono stati anni in cui il Dow ha performato sui “cani” e in particolare è andata molto male nel 2o08, segnale che potenzialmente può non reggere bene agli urti di mercato essendo poco mobile.

Mi raccomando infatti bisogna ribilanciare ogni anno.

Come?

A ogni nuovo anno i dividendi maggiori sul Dow, vendete le posizioni e assicuratevi di compare i nuovi titoli analizzati che per dividendi sono entrati in top ten.

Come strategia prevede di investire in compagnie che sono già consolidate, le cosiddette value,  o “Cani” definizione che ci porta alla matrice BCG, ma rientriamo nel campo del management.

Insomma, se applicate questa strategia state vincendo facile.

Il legame con i dividendi

Il rendimento da dividendi è una funzione del prezzo e dei dividendi, se lo yield di una azione si colloca sopra le altre, vorrà approssimativamente dire che il prezzo di quell’azione sarà particolarmente basso confrontato agli altri titoli.

In questo modo beneficierai di rendimenti da dividendi e potenziali, ridotte, ma positive, variazioni del prezzo dell’azione.

Pertanto, se i prezzi delle azioni calano mentre i dividendi pagati agli investitori rimangono stabili, il rendimento aumenta.

Nel tempo in realtà la strategia sembra anche funzionare ma non è adatta a tutti.

Per chi può andare bene questa strategia di trading Dogs of the Dow

Come detto non è una strategia di trading puro e prevede un approccio più conservativo, quasi da cassettista.

Si tratta di una strategia che ha una media componente di rischio specifico, state investendo su un indice solo.

Può andare bene a chi ricerca dividendi o una rendita e vuole stare abbastanza sicuro sia nelle azioni in cui investe sia nella loro apparentemente, il mercato è instabile sempre e con chiunque, ridotta volatilità.

Chi inizia cerca una rendita e non vuole impegnarsi a studiare può anche accontentarsi di questa strategia, basta anche davvero poco per ottenere risultati migliori.

Infatti se vi interessa investire nei dividendi vi consiglio anche di leggere qui: Dividendi azionari: cosa sono e come funzionano.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

I dogs of the Dow per applicare la strategia quest’anno

Intanto nel caso non pensate di essere in ritardo e vi interessasse apllicare questa strategia di trading vi lasciamo l’elenco dei cani del Dow Jonnes per il 2020:

strategia trading dogs the dow 2

Ad oggi il rendimento da inizio anno è del 4,79%.

Come probabilmente indovinerai, anche questi titoli sono giù per l’anno prossimo, come quasi tutto il resto.

La loro variazione percentuale attuale è del 16,2%.

Una strategia alternativa valida per fare trading sul Dow Jones

In tutto questo va detto che il Dow Jones da inizio anno è sceso del 9,2% il che ci conferma che investire anche semplicemente in ETF sull’indice Dow Jones sarebbe stato più efficace e meno complesso di questa strategia di trading.

Se siete quindi agli inizi quest’ultima è la strategia ideale nel mentre cominciate a studiare e a fare pratica e a pianificare la vostra o la mia strategia che di certo vi darà più soddisfazioni e vi consentirà di fare trading in maniera efficace.

E secondo voi i Cani, i dogs, insomma questa strategia di trading batterà il Dow anche per il 2020?

Fatemi sapere cosa ne pensate di questa strategia di trading sul Dow Jones qui nei commenti.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento