Numero Verde Gratuito

Lun-Ven 9-19

menù

Bear e Bull market

Bear e Bull market cosa significano?

Cosa si intende per mercato e mercato toro in finanza?

Bear market

Il significato di bear market indica mercato orso ma cosa si intende con questa definizione?

A dare una prima definizione di bear market ci ha pensato la SEC – Securities and Exchange Commission, la SEC è l’ente che vigila sui mercati finanziari USA, essa ha definito il Bear market come la fase di mercato in cui un ampio indice di mercato scende del 20% o più su un periodo di almeno due mesi.

Non si tratta perciò di un semplice ribasso o di una correzione importante ma di una fase perdurante dei mercati, durata e ampiezza perciò lo distinguono da correzioni o ribassi naturali o dovuti a particolari eventi.

Bull market

Per Bull market invece intendiamo la tendenza opposta, ossia una tendenza al rialzo sostenuta e anch’essa estesa su un orizzonte temporale ampio.

Con Bull market si intende proprio un toro, che con le sue corna fa alzare i mercati e li porta alla crescita, il toro infatti, se avete mai visto una corrida, attacca dal basso verso l’alto e non a caso si dice prendere il toro per le corna.

Al conrtario si dice orso perchè l’orso attaca invece dall’alto verso il basso, quindi i mercati in rialzo vengono attaccati e buttati giù dalla forza dell’orso.

Ma c’è anche un’altra teoria dietro tale nomenclatura, ossia, che in passato i venditori di pelli di orso compravano le pelliccie a un prezzo prefissato e riuscivano così a ottenere il guadagno se si presentava un ribasso nel valore delle pelli, in presenza perciò di una decrescita dei prezzi.

Per motli semplicemente funziona che gli orsi andando in letargo comporta che l’attività sia ridotta e così accade in tali fasi dove le transazioni sono poche e più che altro volte a vendere i titoli più rischiosi.

Bear Market and Bull Market sui mercati

Si parla market bear o di un comportamento bearish quando il mercato, una strategia o, tu, trader state cercando di guadagnare dal ribasso del market bear.

Si tratta tutto di psicologia, è questa che guida le azioni degli investitori e di gran parte delle operazioni di trading degli investitori.

Coloro che invece si aspettano che il mercato si rialzi invece si dicono bullish, e si aspettano che da qui a breve tempo il mercato diventi un bull market, un mercato, ma può essere anche un’azione in salita.

Pensate a tutte le aziende del comparto farmaceutico in questi ultimi tempi che hanno avuto una grande spinta.

Market Bear i casi storici

La finanza entusiasma e le lotte tra orsi e tori sono avvincenti, senza esclusioni di colpi, con noi che soffriamo per i nostri investimenti, ma quali sono stati i casi storici e più famosi di bear market?

Uno dei più famosi bear market è quello della crisi del 1929.

Il bear market del 1929 ha scatenato la Grande Depressione, gli orsi hanno governato sul mercato azionario per ben quattro anni, quattro anni dove il mercato ha perso il 90%.

Il secono bear market più famoso corrisponde a quello della bolla delle dot come del 2000 mentre ai giorni nostri il più famoso è quello aperto dalla crisi dei mutui subprime del 2008.

bear e bull market

A questo ha fatto seguito invece il bull market più forte della storia del mercato finanziario fino ad oggi iniziato dal 2009 e durato 11 anni.

mercato orso e toro

E da non sottovalutare è stato quello giapponese del 1989.

bear e bull market

 

Ma bear e bull market non riguardano solo le azioni

No, assolutamente, il bear market e bull market non riguardano solo le azioni.

Per esempio nel dicembre del 2017 abbiamo avuto un forte bear market per i Bitcoin che scesero fino al valore di 20.000 e poi continuando la rovina fino ai 3.000 nell’anno successivo.

Il lungo sonno dell’orso ha portato ad un calo dei Bitcoin dell’85%.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

Come investire nel Bear e Bull market

Se investire nel bull market è scontato si compra un titolo sperando che cresca e dia dei guadagni, si può però investire anche su un market bear.

Il bear market indica perciò il ribasso mentre il bull il rialzo, ma come si fa trading in queste fasi?

Ci sono come sempre diverse strategie dipendenti anche dal vostro attuale posizionamento sul mercato.

La prima cosa è di non farsi trascinare dalle emozioni e di ragionare e valutare i titoli in portafoglio e le proprie disponibilità economiche.

Se invece siete esperti potete pensare di aprire posizioni allo scoperto.

Se il bear market rimane negativo per l’economia reale nella finanza dove dominano numeri e psicologia è possibile per voi guadagnare anche da questa particolare, ma come sempre il buon senso è la parola d’ordine, sui mercati e fuori.

Dopo quanto si recuper dopo un Bear market?

Un rapporto di Goldman Sachs evidenzia che mostra che il recupero dipende dalla cuasa scatenante il ribasso.

Di solito i cali dovuti a eventi improvvisi portano in media ad una eprdita del 29% mentre per i ciclici e strutturali il calo va dal 31% medio fino al 57%.

La relazione ha esaminato i mercati orso dal 1800, di cui sette strutturali, 14 ciclici e 5 scatenati da eventi improvvisi.

bear e bull market

Per il futuro non sappiamo come sempre cosa aspettarsi se non che la lotta tra orsi e tori sarà infinita e non priva di sorprese.

E voi conoscevate i mercati bear e bull market?

Fatemi sapere se e come investireste in bear market più che su un bull market.

Buon trading!

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento