Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Chi è il broker? Cosa fa e come sceglierlo?

Home»Articoli»Chi è il broker? Cosa fa e come sceglierlo?
chi-è-il-broker

Forse stai approcciando il trading per la prima volta e forse, dunque , ti starai chiedendo chi è il broker e cosa fa?

Ci siamo accorti però che molti della nostra community sono alle prime armi e non sanno ancora che cosa fa un broker, ne che differenze ci sono tra una banca e una società finanziaria.

In questo articolo andremo a vedere realmente  cosa fa di preciso.

Chi è il broker?

chi è il broker

Il broker è un intermediario che ti permette di fare trading su determinati strumenti e mercati finanziari.

È un elemento chiave per fare trading, perché grazie a lui puoi comprare o vendere uno strumento finanziario, guadagnando o perdendo dalle differenze di prezzo.

Per far ciò è necessario affidare totalmente il tuo capitale, cioè versare i tuoi soldi nel conto del broker cosicché, acquistando o vendendo strumenti finanziari, possa far aumentare il capitale.

Logicamente puoi ritirare il tuo capitale in qualsiasi momento.

Capisco che affidare il proprio capitale, magari frutto di anni di lavoro e fatica, ad un’altra persona in parte sconosciuta può risultare abbastanza difficile.

A tal proposito, visto che il broker in Italia è un ruolo molto delicato, è opportuno conoscere tutti gli elementi utili per valutarlo.

Per sapere come scegliere un broker in 6 step ti consiglio di approfondire leggendo il nostro articolo qui.

Come scegliere il broker

Questo è un argomento molto vasto, ma a mio avviso occorre concentrarsi sugli aspetti fondamentali che rispondono alla nostra domanda iniziale:

come possiamo valutare in modo efficiente un broker?

Di seguito ti parlerò dei primi 3:

  • I Mercati
  • Gli Strumenti
  • L’Assistenza Clienti

La scelta è strettamente legata ai mercati in cui vuoi operare.

Infatti, se vuoi operare soltanto nel forex è inutile scegliere un broker generalista o addirittura specializzato in più campi, perché risulta essere controproducente in termini di costi, efficienza e, di conseguenza, rendimento.

Altro aspetto principale sono gli strumenti, cioè analizzare con che tipo di strumenti quel broker ti permette di accedere al mercato.

Ad esempio, facendo riferimento sempre al forex, posso accedere al mercato delle valute attraverso i CFD (contratti per differenza), oppure tramite i classici SPOT, e sapere quale di questi due strumenti utilizza il broker che vorrei scegliere è importante, perché logicamente hanno dei costi e un’efficienza operativa molto diversa.

Inoltre, affidare i propri risparmi ad un’altra persona è un passo molto importante, quindi l’assistenza clienti è un tassello fondamentale nella scelta del broker, perché ti dà l’opportunità di poterlo contattare all’occorrenza.

Quindi è importante che il broker abbia sia un sito in italiano, cosi da non avere problemi con la comprensione delle informazioni, sia un’assistenza clienti telefonica e/o telematica efficiente facile da contattare, e che abbia dei tempi di risposta brevi.

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Tre punti fondamentali:

Ci sono altri 3 punti fondamentali da considerare quando scegli un broker in base alla tua operatività:

  • La Leva Offerta
  • La Piattaforma
  • I Bonus

Ognuno offre delle leve diverse, e molto spesso le leve sono come uno specchietto per le allodole per attirare più clienti, ma ricorda che non sempre una leva elevata è sinonimo di maggior guadagno e/o professionalità.

Infatti leve elevate fanno lievitare il livello di rischio e, di conseguenza, la possibilità di perdere tutto il capitale con una sola operazione sbagliata è enorme.

Se vuoi sapere tutto su come scegliere il tuo broker ideale e sopratutto evitare le truffe ti consiglio di approfondire l’argomento qui.

Buona lettura,

Davide Cassaghi

210204 Cards Corsi 10X_Newsletter

Newsletter 10X

Vuoi moltiplicare anche di 10 volte il tuo capitale, investendo su azioni ad altissimo potenziale?

Scopri di più