Speciale Black Friday: Corso Avanzato fino al 20% di sconto
menù

Come vivere di rendita ?

Diciamoci la verità, vivere di rendita è il sogno di tutti noi.

Non dover lavorare per forza ma solo per il piacere di farlo, senza la pressione di dover guadagnare necessariamente una ben determinata cifra da poterci permettere o farci mantenere un certo tenore di vita.

Ma è possibile campare di rendita? e quanti soldi servono per vivere di rendita? Come si può vivere senza lavorare?

Vi siete mai detti: Voglio vivere di rendita!

Vivere in vacanza senza muovere un dito con una bella rendita che vi permette di fare tutto quel che volete serenamente?

Beh dopo un po ci si annoia ma … giusto per capirci.

Ma è davvero possibile tutto questo o sono soltanto illusioni?

Vi sarete immaginati almeno una volta su una spiaggia dei Caraibi con un bel cocktail in mano e senza nessun pensiero lavorativo che vi gira per la testa o in giro per il mondo con la vostra moto, o no?

Ma si può raggiungere un obiettivo del genere. Ed è reale oppure letteralmente impossibile?

Per vivere di rendita smetti di cercare facili guadagni

Per cominciare a costruire la tua rendita mensile devi assolutamente smettere di dare retta a chi ti promette facili guadagni.

Lo so, lo capisco, potrà sembrarti banale, ma non ti devi fidare di chi ti promette rendimenti a 4 cifre ma continua a chiederti soldi.

Per vivere di rendita devi capire innanzitutto su cosa costruire la tua rendita.

Dovrai armarti di pazienza e non nego che ti sarà richiesta una certa fatica.

Molti di coloro che oggi sono miliardari si alzano presto ogni mattina e lavoravano fino a tarda notte.

Se vuoi smettere di lavorare devi prima lavorare.

Cos’è una rendita passiva ?

Per vivere una vita senza aver bisogno di lavorare bisogna avere innanzitutto una rendita passiva, cerchiamo di capire quindi che cos’è una rendita passiva.

Una rendita passiva è un’entrata costante ed automatica che arriva senza alcun intervento da parte nostra.

Quindi tu sei lì in spiaggia o sul divano di casa e “senza muovere un dito”, teoricamente, hai un flusso di capitale in entrata, più o meno costante.

Qualche esempio?

L’acquisto di una casa da mettere in affitto, l’acquisto di azioni che pagano dei dividendi, o ancora, delle obbligazioni, dei titoli di stato che staccano le cedole ecc…

Ecco questi sono esempi di strumenti che automaticamente ci creano una rendita, ossia un flusso di soldi in entrata.

Un altro esempio, se vogliamo farne un altro, sono le produzioni intellettuali.

Se io scrivo un libro, produco un film, scrivo una canzone di successo, continuerò ad avere delle entrate dalle vendite di quelle mie produzioni.

Quindi di fatto tutti soldi che entrano senza che io faccia più nulla.

Cosa importante non aspettatevi di diventare milionari con le rendite passive, soprattutto se i soldi non ce li avete, infatti, prima di tutto dovete avere dei soldi da investire, altrimenti niente rendite!

Secondo, non dovete aspettarvi delle cifre spropositate, ma solo delle piccole percentuali.

Visto che le percentuali sono piccole, per vivere di rendita dovete necessariamente avere dei capitali grandi e se non avete capitali grandi inutile che cercate di vivere di rendita.

Dovete prima lavorare per guadagnare, risparmiare, poi incrementare i vostri capitali e solo alla fine potrete eventualmente vivere di rendita.

Quando vi propongono una rendita del 10% al giorno, del 10% a settimana, del 5% al mese tutti i mesi, sempre sicure e garantite… scappate via come lepri!

Non esistono escamotage, quelle sono solo truffe!

Come vivere senza lavorare e quanti soldi servono per vivere di rendita?

Arriviamo al fatidico enigma:

vivere di rendita capitale necessario …

Tanto per iniziare, dovreste già saperlo, non ci sono rendite alte senza rischi.

Di che cosa dunque abbiamo bisogno per vivere di rendita?

Come già detto, di un capitale, e possibilmente anche bello grosso!

Ipotizziamo che per vivere abbiamo bisogno di 1.500 euro al mese in modo sicuro e costante.

Guadagnare 1.500 euro fissi al mese senza fare nulla non è un’operazione così semplice soprattutto in questo momento storico in cui gli strumenti di investimento ritenuti più sicuri come le obbligazioni sono ai minimi storici.

Anzi molte obbligazioni hanno addirittura dei tassi di rendimento negativi.

Potremmo allora immaginare di investire i nostri soldi nelle azioni che pagano dividendi.

Ora, per fare un esempio velocemente, che approfondiremo in seguito, ipotizziamo di investire in azioni che pagano dei dividendi costanti del 4% annuo.

Sappiamo che i dividendi non sono mai costanti perché le azioni una volta pagano dividendi più alti, una volta più bassi, quindi non sarà mai un 4% fisso ma facciamola semplice…

Supponiamo per semplicità che sia costante e del 4% l’anno.

Abbiamo detto che abbiamo bisogno di 1.500 euro al mese, che in un anno sono 18 mila euro, per semplicità di calcolo supponiamo che al lordo anche delle tasse abbiamo bisogno di 20.000 euro l’anno.

Per poter vivere di rendita e arrivare a guadagnare all’incirca 20.000 euro all’anno abbiamo bisogno di un capitale di 500 mila euro.

Avete capito bene: mezzo milione!

Con questa semplice formuletta vedrete subito quanto occorre per vivere di rendita:

€500.000 X 4% = €20.000

L’investimento immobiliare

Visto quanto serve per vivere di rendita da dividendi, passiamo all’immobiliare.

Anche se acquistate casa per metterla in affitto fate attenzione, perché non è così scontato il rendimento che ne deriva.

Tralasciando le tasse e le spese burocratiche, una casa ha bisogno comunque di manutenzione, ha bisogno di ristrutturazioni ed inoltre non avete mai la sicurezza che un affittuario vi pagherà sempre e comunque.

E poi ci sono le tasse da pagare, c’è l’assicurazione da fare… insomma, di costi e beghe ce ne sono tantissime, quindi avere una rendita vi richiederà comunque in ogni caso un lavoro di monitoraggio costante e piccoli interventi continui,  senza contare svariati costi annui e rischi vari.

Io voglio vivere di rendita, ma come si fa ad arrivare ad avere tutti questi soldi da investire?

È semplice: LAVORANDO!

Toglietevi dalla testa scorciatoie varie e per di più quelle potenzialmente illecite!

Se non avete i soldi dovete lavorare, produrre, creare valore, risparmiare, investire e solo alla fine quando avrete il giusto capitale, se ne avrete voglia, vivere di rendita.

Altrimenti continuate a lavorare, se vi piace quello che fate e dà valore, anche la vostra vita ha più senso.

Cosa sono i dividendi

Ma torniamo ai dividendi e cerchiamo di capire bene cosa sono.

Il dividendo azionario è quella parte di utile che un’azienda distribuisce ai suoi azionisti

alla fine di ogni esercizio contabile come remunerazione all’investimento fatto.

Assomiglia molto alle cedole obbligazionarie sebbene il funzionamento sia decisamente diverso.

Non viene pagato sempre e a tutti ma viene rilasciato in specifiche date di stacco dividendi e varia a seconda degli utili e delle decisioni aziendali.

Cosa fare prima di iniziare

Come visto quindi, per vivere di dividendi devi possedere un capitale abbastanza elevato.

Ecco come vivere senza lavorare o almeno uno dei tanti modi ma senza capitale non se ne fa nulla.

Inoltre lo stacco dei dividendi non è sempre costante ma varia.

Un’azienda non è tenuta a pagarli regolarmente e se conti solo su quella entrata prima o poi incorrerai in seri problemi.

I dividendi possono essere pagati in date diverse perciò se hai scadenze e tasse da pagare non puoi farci affidamento.

Precisato perciò che non ti conviene investire e vivere solo con il dividendo azionario, sintetizzando la parola chiave è sempre quella:

  • diversificazione

La formula per vivere con il dividendo azionario

Il capitale necessario per vivere di rendita è alto anche se si parla di dividendi quindi, inoltre, iniziare a investire in azioni richiede una certa pratica così come selezionarle, non ci si improvvisa di certo investitori.

La formazione è d’obbligo.

Nozioni di analisi fondamentale e analisi tecnica sono indispensabili.

Se sbagliate azienda, magari i dividendi vi verranno pagati ugualmente, ma se l’azienda fallisce vi ritroverete con un pugno di mosche in mano.

Detto questo, vediamo più nel dettaglio la formula per calcolare la nostra rendita da dividendi.

Punto chiave è conoscere il Dividend Yield.

La formula si presenta così:

X = (A*12)/B

La X indica quanto vorremmo di rendita.

Ipotizziamo una rendita di 24.000€, quindi 2.000€ al mese.

La A sarà ciò che vogliamo ottenere mensilmente.

La B indica il rendimento dell’azione presa in esame, cioè il Dividend Yield.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

i dividendi

Applichiamo la formula vista prima.

Ipotizziamo che vogliamo avere 24.000€ di entrate annue da dividendi, quanto ci serve investire?

Ipotizziamo che sconsideratamente mettiamo tutto il capitale su una sola singola azienda: Fiat Chrysler.

Al momento in cui si scrive il dividend yield è 11,14 perciò:

24.000€/0,1114=215.439€

Vi avevo avvisato.

Per avere una rendita di 24.000€ all’anno e ipotizzando che Fiat paghi l’11,14% di dividendo dovremo investire più di 215.000€.

Su di questi rendimenti dovremo poi ricordarci anche di applicare il 26% di tasse sulle plusvalenze.

Investitori non ci si improvvisa, nel dubbio è sempre meglio farsi seguire da un consulente finanziario che allocherà il vostro patrimonio nella maniera più efficiente possibile, tenendo conto di plusvalenze, dividendi, eventuali minusvalenze e di quando sia meglio fare le operazioni, senza improvvisarsi trader o farsi prendere dal panico.

Come vivere senza lavorare, guardiamo oltre i dividendi

Ora sicuramente vi state chiedendo ma se ho un capitale basso non potrò mai vivere di rendita da dividendi?

Sì, la risposta è così, hai un’alternativa?

Di nuovo sì.

Per quanto siano golosi i dividendi sono come sempre una possibilità di investimento, a seconda del profilo dell’investitore essi possono essere più o meno adeguati per al tuo portafoglio.

Se per ora hai un budget meno importante non abbatterti, puoi investire e guadagnare anche tu.

Come?

Studiando.

Poi impostare il tuo obiettivo di investimento e su questo pianificare come meglio allocare le tue risorse economiche.

Se il tuo obiettivo è la pensione allora puoi provvedere con un fondo pensione che vanta anche una tassazione più agevolata e ulteriori vantaggi fiscali.

Se invece il tuo obiettivo è la macchina o investire per qualche altro tuo sogno nel cassetto, allora potrai optare su portafogli efficienti composti o di azioni o di ETF.

In entrambi i casi potrai sfruttare i vantaggi dell’uno e dell’altro.

Un esempio sono gli ETF a distribuzione.

i dividendi

Sfruttando il vantaggio dell’accumulazione i tuoi soldi, non venendo distribuiti, capitalizzeranno nel tempo ad una velocità maggiore e non avranno neanche eventuali riduzioni derivanti dalla tassazione.

Lo ripetiamo sempre non c’è un investimento più giusto di altri ma esiste solo e soltanto l’investimento giusto per te.

Ma sicuri di voler vivere di rendita ?

Ma se trovassimo veramente un modo che soddisfi e risponda alla domanda su come vivere senza lavorare, saremmo veramente soddisfatti?

Abbiamo visto che vivere solo di rendita è molto molto difficile, richiede degli sforzi e dei sacrifici e soprattutto dei capitali.

Una soluzione invece più accessibile potrebbe essere quella di vivere di rendita.. parzialmente.

Questo vuol dire che continuerete a lavorare, ma allo stesso tempo avrete delle entrate che vi permetteranno di pagare le bollette, viaggi e spese varie.

Vivere una vita senza fare assolutamente nulla potrebbe minare noi stessi, le nostre sicurezze e il nostro ruolo nel mondo ed è qualcosa che va oltre la sfera economica.

vivere di rendita

L’essere umano per natura deve fare qualcosa per se stesso e per gli altri e non è fatto per stare sul divano a guardare Netflix.

Mi potrebbe piacere per un mese o due, ma poi potrebbe diventare anche molto pesante e pericoloso da gestire.

Vivere senza fare nulla magari sarà anche realizzabile, ma non può essere l’obiettivo della vostra vita.

Avrebbe senso “vivere”?

vivere di rendita

L’obiettivo della vostra vita deve essere quello di dare sempre il massimo, creare valore per gli altri e mettere passione in tutto quello che fate.

Vedrete che se lo farete non vorrete mai smettere.

Pensate a Buffet o Gate o ancora a Bezos o Musk, potrebbero vivere tranquillamente di rendita e invece ancora lavorano e investono e progettano e… migliorano la loro vita e quella di tante altre persone.

Altro che vivere di rendita passiva, darete un valore inestimabile alla vostra esistenza e a chi vi è vicino nel quotidiano o nello straordinario che sia.

Il trading azionario

Mettiamo a confronto velocemente 3 aspetti del trading rispetto al lavoro dipendente partendo dalla caratteristica principale, il primo è scalabile, il secondo no!

vivere di rendita

Ci sono diverse motivazioni che potrei elencarti a favore del trading

  • meritocratico
  • autonomo
  • non ha bisogno di un luogo specifico
  • puoi testare le tue capacità in demo prima di investire realmente i tuoi soldi …

vivere di rendita

Se non sai da dove iniziare ti consiglio questo articolo: Investire nel mercato azionario: Come?

Riuscire ad essere profittevoli nel trading non è di certo facile, dovrai studiare e un bel po’ anche, ma le soddisfazioni che avrai in caso di successo non avranno eguali.

Che tu lo voglia o no, stai aprendo la tua mente a nuove opportunità, il fatto che tu stia cercando soluzioni e risposte in queste righe ne è la conferma.

Non ti resta che approfondire l’argomento, sei nel posto giusto!

Intanto però fatemi sapere Cosa ne pensate nei commenti.

Fatemi sapere cosa fareste se potreste vivere di rendita o se preferite riuscire nel trading

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento