Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Cos’è l’analisi tecnica e cosa NON è

Home»Articoli»Cos’è l’analisi tecnica e cosa NON è
Analisi-tecnica-e-fondamentale-possono-andare-d’accordo

Cos’è l’analisi tecnica?

Prima di dire cos’è partiamo dal dire cosa non è l’analisi tecnica.

Cosa NON è l’analisi tecnica

In molti non credono e bistrattano l’analisi tecnica, prima di capire cos’è l’analisi tecnica cerchiamo di capire cosa non è l’analisi tecnica.

Tali sentimenti negativi derivano da una scarsa conoscenza e dedizione al trading e dalla voglia di lasciarsi guidare più dagli istinti che da altro.

L’analisi tecnica NON è un metodo per prevedere il futuro.

Ammettiamolo, non lo è perché nessuno è in grado di prevedere il futuro.

Secondo punto NON è un metodo infallibile al 100%.

Questo significa che c’è un’altro metodo e forse che è infallibile? Che non perde mai?

No, esatto, non esiste. Siamo sempre al punto da capo.

Altro punto, l’analisi tecnica NON è un modo per aggirare la psicologia.

La psicologia fa parte dell’essere umano e non c’entra assolutamente niente con la tecnica.

Anzi l’analisi tecnica studia proprio la psicologia delle persone per cercare di operare in maniera totalmente razionale e costruirsi una statistica dalla propria parte, logicamente.

Se io ho il click convulsivo e faccio 1000 operazioni al minuto e sono perdenti, questo non è trading.

Se iniziate a fare trading esistono una marea di libri e sono dedicati all’analisi tecnica, psicologica, del rischio, esistono a caso?

No, ognuno di loro serve.

Non mescoliamo le cose perché sono completamente diverse tra di loro.

L’analisi tecnica NON è solo lo studio di pattern.

Smettiamo di dire che l’analisi tecnica è la trendline, la candela giappones, il testa e spalle, è un campo di studio in continua evoluzione.

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Cos’è l’analisi tecnica?

Ll’analisi tecnica volendo dare una definizione di base non è altro che una scienza che analizza il qui e ora con lo scopo di identificare lo scenario più probabile.

Consiste nello studio di quello che sta succedendo adesso, di quello che è successo nel passato, per strutturare un approccio più statisticamente probabile.

L’analisi tecnica cerca di focalizzarsi sempre di più sul qui ed ora con i migliori strumenti.

Se alla prima difficoltà mollo o lascio perdere sperando di prevedere il futuro, di essere il fenomeno dei mercati allora il problema non è dell’analisi tecnica, il problema è del trader stesso.

Il comportamento del mercato è fatto dalle persone.

Le persone sono fatte di emozioni le emozioni, sono irrazionali, incalcolabili, ingestibili.

Per questo devo necessariamente trovare un metodo razionale che lo possa spiegare tutti i giorni fino a che la mia carriera da trader me lo possa permettere.

L’analisi tecnica è una scienza ampia composta da diversi campi che sono in continua evoluzione.

Non è vecchia perchè ci sono nuovi strumenti, ideati da persone che continuano a stare sul mercato, continuano a osservarlo, continuano a seguirlo e operarci.

Ogni analista tecnico formato come si deve nel mondo lascia il suo contributo alla storia dell’analisi tecnica.

Il rimanere aggiornato farà la differenza.

Le emozioni non le ha inventate l’analisi tecnica.

L’analisi tecnica è un metodo di semplice applicazione adattabile a diversi strumenti finanziari.

Non occorre avere nessun tipo di laurea, ma una cosa più importante, serve caparbietà e l’umiltà.

La voglia di alzarsi, la voglia di non smettere mai di studiare di ricercare i media.

Impara subito l’analisi tecnica senza sforzo. Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica

I tre principi moderni dell’analisi tecnica

Il primo principio dell’analisi tecnica è che i prezzi scontano tutto.

Significa che non è detto che perché esce una notizia per forza il giorno dopo il titolo deve necessariamente salire o scendere.

L’analisi tecnica si fonda sul fatto che prezzi dentro di loro hanno già insiti i movimenti, sono fatti di quelle che sono news trimestrali o aziendali.

I prezzi scontano tutto quindi è proprio il fondamento della tecnica.

Secondo principio i prezzi si muovono in trend.

Quando i prezzi tendono a prendere una dimensione la manterranno.

I prezzi si muovono in trend vuol dire prima che di prendere una decisione, se andare long o se andare short, ti consiglio di guardare il trend.

Chiunque voglia fare un investimento cerca il trend e spera di prenderlo poco prima della fine.

In un prossimo articolo approfondiremo i principi di Dow e Jones e approfondiremo i vantaggi e gli svantaggi.

Terzo principio: la storia si ripete.

Le emozioni fanno parte di noi e dei mercati e lo fanno ora e lo contraddistingueranno sempre, finchè non sarà tutto in gran parte automatizzato, ma anche lì le riflessioni sono numerose.

I grandi crolli e le reazioni collegate lo confermano.

Marzo 2020

Quando la paura ha fatto sì che appunto il mercato crollasse in maniera ancora più veloce e improvvisa rispetto a quello che poteva essere un classico ritracciamento, la paura quanto letteralmente precipitare tutto.

Poi è partita una fase letteralmente di euforia e in un qualche modo ha cancellato il ko in poche settimane.

Si è innescata una miccia euforica incredibile che ci ha portato a riprendere i massimi e recuperare 1-30% in pochissimo tempo.

Le emozioni sono sempre le stesse e tendono a ripetersi per questo è bene conoscere l’analisi tecnica.

Non importa che io sia un uomo del paleolitico, del 1800, del 1900, del 2000, 2010, la paura e l’euforia sono sempre le stesse sono queste che governano e comandano i mercati.

Sembrano cose molto banali ma chi realmente opera sul mercato sa molto, molto bene.

E ricorda i concetti semplici sono vincenti sul mercato perchè poi il mercato sarà complesso con te limitando così la tua visuale e di cosneguenza il tuo trading.

Sergio Merletti

 

 

1200x628_CorsoAnalisiTecnica

Analisi Tecnica

Scopri il corso definitivo di Analisi Tecnica: impara ad analizzare i mercati e creare la tua strategia di trading.

Scopri subito l’offerta

0Commenti

    Lascia un commento