Vuoi imparare l'analisi tecnica senza sforzo? Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica.
menù

Investire in monete virtuali

Sono diventate sempre di più e sono tutte molto interessanti, ecco come creare una criptovaluta e investire su monete virtuali più promettenti ad oggi.

Investire in monete virtuali:

Ripassiamo brevemente cos’è una criptovaluta

Si tratta di sistemi di denaro digitale che attraverso le nuove tecnologie come la blockchain e networks decentralizzati di partecipanti che si coordinano e scambiano queste criptovalute o presunte tali.

Sono codici crittografici che non producono valore ma che lo producono solo perché le persone decidono di darglielo.

In questo funzionano come una valuta che si basa fondamentalmente proprio sulla fiducia.

Tutti i nodi si connettono agli altri e si crea un network peer to peer.

Non esiste una fonte centrale di informazioni e appena un nodo crea nuove informazioni le trasmette agli altri nodi che le registreranno e così saranno sempre aggiornati.

Investire su monete virtuali non è facile ma qui trovate come creare una criptovaluta.

Non solo a fine articolo trovate le migliori criptovalute 2020 ad oggi per iniziare a investire su monete virtuali e la risposta se conviene investire in azioni o su quale criptovaluta investire.

Investire su monete virtuali

Investire in monete virtuali:

Come creare una criptovaluta

Se ti stai chiedendo come creare una criptovaluta?

La risposta è sì, è possibile creare una criptovaluta senza impazzire sul codice ma anche creare una criptovaluta e lanciare la propria ICO.

Un primo modo per creare una criptovaluta è proprio quello di affidarsi a chi produce e commercia già criptomonete.

In questo caso per investire in criptomonete ti basterà creare il tuo wallet, compilare i documenti e poi iniziare a investire su monete virtuali.

Puoi riuscire a creare la tua criptovaluta affidandoti ai seguenti emittenti:

  • Ethereum
  • EOS
  • Waves
  • BitShares
  • NEM
  • Komodo
  • Nxt
  • TRON
  • NEO
  • Cardano
  • Qtum

Con ognuno di questi potrei creare una criptovaluta e cominciare ad usarla.

Altra alternativa, ma decisamente più complicata è di creare da te la blockchain e creare la tua criptovaluta senza dipendere da piattaforme, ma anche scontando il rischio che poi non sia scambiata e fare così te stesso mining.

investire in monete virtuali

Come creare una criptovaluta da zero

Questo caso è più complicato, devi essere sicuramente molto avanzato nella conoscenza del codice e dei principi della blockchain.

Per prima cosa devi creare in ledger distribuito, il libro mastro.

I ledger sono sistemi che nascon su registri distribuiti dove ogni nodo ha la stessa copia di un database e la medesima crittografia, oltre alla crittografia i ledger sono caratterizzati dal fatto che ogni modifica può essere fatta solo con algoritmi di consenso.

Esso sarà la base per mettere su la tua blockchain e creare una criptovaluta.

Ci sono aziende che distribuiscono questi ledger e si chiamano BAAS –  Blockchain as a Service se vuoi sapere alcuni nomi ecco un breve elenco per creare criptomonete e iniziare a investire su monete virtuali:

  • Amazon Web Services (AWS)
  • Blockstream
  • Chainzilla
  • Chainmakers
  • LeewayHertz
  • Microsoft Azure
  • IBM blockchain

Altra alternativa per iniziare a investire su monete virtuali è quella di creare da te un fork da uno dei diversi progetti che trovi online di blockchain e cripto open source, ad esempio su Github.

Anche qui il processo è più semplice rispetto al precedente ma come detto devi sempre poi trovare qualcuno che scambia la tua moneta sennò fai prima a prendere i soldi del monopoli.

Investire su monete virtuali

Investire in monete virtuali:

Criptovalute promettenti

Se creare una criptovaluta ancora non fa per te o non ti interessa perché a te piace più investire criptovalute, ci sono ad oggi alcune criptovalute promettenti che possono rivelarsi buone occasioni per fare trading criptovalute e che un giorno forse potranno essere come Bitcoin.

Non è detto che quelle che sono oggi le criptovalute più scambiate diventano per forza le criptovalute del futuro è possibile che alcune criptovalute promettenti e che trovano più seguito presto le sostituiscano.

Tra le migliori criptovalute 2020

Investire criptovalute promettenti ti permette a fronte di un piccolo investimento di avere se va bene discreti guadagni.

Come sempre anche qui la cautela è la parola d’ordine e meglio investire su monete virtuali una piccola quantità.

Soprattutto sulle criptovalute migliori del 2020 perché non è detto saranno le migliori criptovalute per il 2021.

Esistono molti altcoin ma ce ne sono alcuni tra questi emergenti che sono criptovalute promettenti.

Se nomi come Ethereum e Ripple sono ormai fuori dalle criptovalute emergenti così come Litecoin, Bitcoin cash e Monero, che punta su sicurezza e anonimato e vale oggi 400 dollari, ci sono però nuove criptovalute promettenti e che per volumi di scambio si confermano le migliori criptovalute 2020.

La capitalizzazione è importante per chi fa trading criptovalute e chi vuole investire criptovalute perché le più scambiate sono anche le più volatili, quindi di nuovo cautela prima di iniziare a investire su monete virtuali.

Investire su monete virtuali

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

Investire su monete virtuali: le migliori criptovalute 2020

Ognuna di esse ha caratteristiche uniche e peculiari che le rendono le migliori criptovalute 2020, non solo per volume e prezzo di scambio:

  1. Binance
  2. EOS
  3. NEO
  4. NEM
  5. CARDANO
  6. Compound
  7. Tron
  8. ZCash
  9. Tether

Binance fa a capo all’exchange più grande al mondo e già questo dovrebbe essere una certezza, ma non solo negli ultimi tempi è la nona per capitalizzazione e ancora con 15-16 dollari si riescono a fare begli affari perché è veramente molto liquida.Ha un grande potenziale perché BNB aumenta anche quando ci sono turbolenze.

Cardano è invece ottava per capitalizzazione e tra le migliori criptovalute 2020, il prezzo è forse ancora troppo basso, ma i volumi fanno gran parte del gioco e rendono interessante fare trading su essa. Nata da uno dei fondatori di Ethereum ha il grande vantaggio di non aver bisogno di minatori.

Per questo prezzo io 10€ li terrei nel mio wallet.

ZCash nuova sul mercato offre il vantaggio dell’anonimato e un po’ outsider. Si tratta di un mezzo con valore di scambio che non è usata solo su piattaforme native elemento che ne aumenta le possibilità di investire su monete virtuali ma anche come semplice moneta.

Su che criptovaluta investire: fuori dal podio ma con buone prospettive

Nem è anch’essa un outsider tra criptovalute su cui investire infatti invece di raccogliere estrae mining, all’opposto di altre criptovalute.

Il secondo motivo dell’essere anche tra le migliori criptovalute 2020  è nel proof-of-importance che determina chi raccoglie il blocco seguente.

Vantaggi di NEM? Costi basti, transazioni veloci e usa molta meno energia di Bitcoin, 100 volte in meno.

NEO, non siamo in matrix, ma per investire criptovalute questa potrebbe essere una delle più interessanti.

Nata come Antshare la criptovaluta cinese è la più diretta concorrente di Ethereum, anche con questa si possono comprare smart contracts. Unico NEo è che ha perso un po’ di potere negli ultimi tempi.

Compound è forse una delle criptovalute promettenti e di certo tra le migliori del 2020 considerato che ha fatto anche +160% nei primi 3 giorni di contrattazione per investire su monete virtuali e fare trading ben si presta.

Il vantaggio?

Che è un protocollo open source.

Nasce per creare un mercato di scambio trasparente ed autonomo il protocollo è basato su Ethereum.

Tra le più capitalizzate e con costi oltre i 100 dollari vi diciamo di fare attenzione prima di iniziare a investire su monete virtuali come questa e informarvi nei dettagli sulle sue potenzialità.

Su che criptovaluta investire: le altre da non sottovalutare

Tron attira molti volumi per un prezzo davvero irrisorio. ùSi basa su una piattaforma decentralizzata e si elga all’industria dell’intrattenimento consentendo infatti a chi possiede la criptovaluta di caricare diversi media senza intervento di terze parti. Forse è la meno promettente ma per capitalizzazione non potevamo non considerarla.

Tether è la migliore criptovaluta 2020? Sì a tutti gli effetti è tra le migliori criptovalute 2020 come mai? Ha un potere spaventoso è infatti una delle criptovalute più stabili tanto da far tremare la stessa Bitcoin. Il suo vantaggio è essere legata al dollaro.

Usata sia da trader sia da exchange per investire criptovalute ma non solo.

Nata nel 2015 come Realcoin oggi è la terza più capitalizzata.

Prezzo?

1 dollaro, ovviamente.

EOS per investire su monete virtuali è sicuramente tra le più interessanti.

La sua è una delle blockchain più avanzate e pensate che inizialmente neanche esisteva e la criptovaluta per investire si appoggiava a Ethereum.

Una volta lanciata i propri clienti sono stati convertiti alla nuova blockchain e oggi è tra le più capitalizzate e per un prezzo basso.

Volumi interessanti e prezzo abbordabile la rendono una criptovaluta per investire e fare trading anche per chi è agli inizi.

Inoltre la reversibilità della transazione la rende a tutti gli effetti una delle migliori criptovalute 2020.

Oggi sono veramente diffuse e investire in monete virtuali è molto comune, qui i Paesi dove più si scambiano.

investire criptovalute ora

Il mondo Bitcoin è ancora la criptovaluta su cui investire?

Se vi state chiedendo se Bitcoin sia ancora la criptovaluta su cui investire il dubbio maggiore da porsi è come ha impattato l’halving verificatosi pochi mesi fa e come la criptovaluta sia in effetti nel corso degli anni cambiata proprio a livello di investimento.

Halving Bitcoin

Ad oggi ci sono in circolazione 18 milioni di Bitcoin, ossia l’85% dell’offerta monetaria complessiva.

Ciò che rende speciale Bitcoin è la sua scarsità infatti verranno “emessi” solamente 21 milioni di Bitcoin e questa scarsità ne aumenta il valore, tanto che negli ultimi anni si è parlato di “oro digitale”.

Tuttavia la recente crisi ha colpito anche il Bitcoin, per fortuna oggi è tornato su una nuova area di resistenza.

Il Bitcoin è da sempre stato caratterizzato da due elementi:

  • volatilità
  • velocità

Della prima parleremo più avanti, della seconda è bene parlare ora.

Il Bitcoin ogni 4 anni vede il suo codice cambiare, la formula che regola appunto la velocità si modifica, cambiando il ritmo con cui vengono creati i nuovi token.

Di solito ogni 210.000 blocchi di transazioni si scaglia la scure che dimezza la velocità.

L’halving Bitcoin dimezzerà la ricompensa riconosciuta ai minatori.

Questa ricompensa passerà da 12,5 a 6,25 BTC dimezzando così la velocità di produzione della criptovaluta.

Il Bitcoin viene prodotto dai minors essi attraverso calcoli matematici che abbiamo il mal di testa solo ad immaginare convlaidano le transazioni che avvengono sulla blockchain.

Nel 2009 i miners al lancio del Bitcoin avevano ricevuto 50 criptomonete per blocco, ridottasi a 25 nel 2012 con il primo halving della storia e poi arrivanso a 12,5 nel 2016 e 6,5 il prossimo maggio.

bitcoin halving

Ma cosa succederà con l’halving?

Il dimezzamento della velocità comporterà così una variazione della velocità che ridurrà l’offerta portando così anche la domanda a salire.

Per molti quindi ci si aspetta un rialzo dei prezzi.

I precedenti dimezzamenti, quello del 2012 per esempio hanno fatto passare il prezzo Bitcoin da 11 dollari a 1000 dollari e nel 2006 da 576 a 2500 dollari rendendola davvero la criptovaluta su cui investire.

Tuttavia negli anni recenti il Bitcoin ha molto ridotto la sua volatilità poichè sta diventando un asset a tutti gli effetti perdendo anche la sua valenza quale nuova criptovaluta su cui investire.

Il Bitcoin infatti sta diventando molto simile all’oro.

Per capire meglio come investire in Bitcoin leggi anche la nostra guida completa alle criptovalute.

Il prezzo del Bitcoin fatto il raffronto con i futures di oro e lo S&P ha dimostrato di comportarsi proprio come un qualsiasi asset.

Qui possiamo vedere la correlazione con il futures sull’oro e il futures sullo S&P, a riprova che non è per niente differente e che si attesta come oro digitale.

bitcoin halving e oro

Il Bitcoin è un asset decentralizzato, non come il petrolio, perciò definire l’andamento della sua domanda non è così scontato,  il nuovo halving intaccherà proprio questa componente andando perciò a ridurre tale decentramento.

Molti miners dovranno aggiornare o forse spegnere del tutto i propri dispositivi finendo di rendere il Bitcoin per loro la criptovaluta su cui investire.

Ma cosa è successo e conviene fare oggi trading su Bitcoin?

L’agitazione per l’halving è stata motla e tutti si cheidevano ancora se il Bitcoin fosse la criptovaluta su cui investire.

In particolare nei primi giorni di maggio i Bitcoin avevano iniziato un particolare trend di rialzo seguito poi da un momento di sospensione nei giorni prima dell’halving.

Infine i volumi sono tornati violentemente a crescere, abbreviando la data per l’halving.

Per molti il prezzo del Bitcoin starebbe crescendo anche molto per la notizia in sè dell’halving che sta portando molti investitori ad aprire già da oggi le proprie posizizoni e quindi già in rialzo.

Questo il flusso di notizie su google trends.

criptovaluta su cui investire

Pensate che sono stati scambiati più di 3,5 miliardi in dollari.

La piattaforma CME ha visto scambi pari a 914 milioni di dollari, il secondo valore più alto per la piattaforma dal lancio dei future su Bitcoin e del picco di febbraio quando sono scambiati Bitcoin per un controvalore di 1,1 miliardi, insomma una parziale conferma che il Bitcoin è ancora la criptovaluta su cui investire così come altri ormai assett sempre utili per diversificare.

I Bitcoin stanno battendo se stessi, su 5 record 3 appartengono al 202o.

Secondo molti l’halving è stato un non evento.

In realtà le aspettative sul dimezzamento hanno operato in anticipo, era un evento previsto e naturale per la criptovaluta di conseguenza non si sono presentate grandi rotture.

criptovaluta su cui investire

Ma è conveniente fare trading su Bitcoin, è ancora la criptovaluta su cui investire e su cui investire adesso?

Conviene fare trading su Bitcoin?

Oggi un Bitcoin vale 8.900 dollari e il trend è in rialzo.

Si tratta della prima criptovaluta al mondo, la sua cosiddetta dominance è pari al 67% seguita solo da Ethereum, che vi consigliamo di cominciare a monitorare, che ha una quota del 9%.

Monitorando il titolo i prezzi sono come detto in un canale rialzista da marzo quindi ancora è conveniente fare trading su Bitcoin.

Unico punto di è se si avranno ribassi che potrebbero portare il titolo in soglia 8.100 dollari altrimenti eventuali variazioni al di sopra non fanno preoccupare e si ipotizza tornerà presto sulla soglia dei 9.000.

Perciò il titolo si può o comprare come investimento per il lungo periodo o anche facendo short proprio nell’attesa che oltrepassi la soglia dei 9.000.

Come sempre anche per i Bitcoin è fondamentale avere una strategia, sennò il rischio di perdere e bruciare parte dei propri soldi è presente.

bitcoin fare trading

Due possibilità per usare i Bitcoin coem criptovaluta su cui investire

Per fare trading sui Bitcoin si possono usare diversi metodi, ma quali sono?

Come è possibile usare la criptovaluta su cui investire i nostri risparmi e farli crescere?

Iniziamo con il dire che il Bitcoin sta diventando sempre di più una valuta non solo cripto ma quasi reale, per questo come nel Forex la si abbina ad un’altra valuta FIAT, cioè a corso legale.

Le modalità per operare con i Bitcoin sono:

  • holding
  • trading

L’holding consiste nel comprare il Bitcoin puro in dei veri e propri exchange virtuali.

Per tenere Bitcoin si deve prima aprire un wallet, un portafoglio dove poi lasciarli e dimenticarsene.

Questo richiede un po’ di pazienza perchè è una procedura un po’ lunga e bisogna valutare bene sia l’exchange sia il wallet più adatto facendo molta attenzione alle truffe e al pishing.

Come fare trading su Bitcoin?

Altra possibilità per fare trading su Bitcoin è quello di scambiarla come una valuta tradizionale.

In questo caso si dovrà scegliere il giusto broker e non è spesso facile perchè anche qui dipende dall’operatività e dalla criptovaluta su cui investire.

Per fare trading con i Bitcoin si possono usare trading system ad esempio usando cripto 360 collegandolo a Bitfinex, che è un exchange molto noto e affidabile o andare con il trading discrezionale.

In quest’ultimi casi l’analisi delle candele può rivelarsi strategica nell’individuare trend e rialzi dei prezzi.

Un’altra alternativa per la criptovaluta su cui investire è quella di usare i futures sui Bitcoin che proprio nei mesi dell’halving hanno segnato un nuovo record: uno dei gap più alti di sempre e pari a 1.200 dollari.

Come potete vedere in figura in basso:

future bitcoin come fare trading

Criptovaluta su cui investire e applicare il money management

I nostri consigli nello scegliere la criptovaluta su cui investire sono di fare molta attenzione quando si fa trading su bitcoin perchè la volatilità è molto alta.

Negli ultimi anni la volatilità è stata sempre molta con cali repentini e bruschi ad oggi essa si sta riducendo come detto in un precedente articolo.

Come sempre la prima regola anche nel caso del trading di Bitcoin è quello di fare attenzione ai principi di money management.

Qui trovi alcune regole da seguire e come fare money management e poi seguire particolari strategie avendo sempre uan giusta formazione in modo da evitare di rovinarsi.

A questo punto potreste però chiedervi oltre su che criptovaluta investire se sia preferibile investire in azioni.

Vediamo la risposta se sia meglio investire in azioni o su quale criptovaluta investire.

Meglio azioni o su quale criptovaluta investire?

Molti si avvicinano al trading spinti dai guadagni facili e veloci, un errore comune.

Altro grave errore è nell’utilizzare in maniera scorretta lo strumento finanziario scorretto.

In questo articolo faremo perciò chiarezza anche se conviene investire in azioni o su quale criptovaluta investire e fare trading.

Due mondi che sebbene apparentemente molto vicini hanno spesso differenze che alcuni sottovalutano.

Comprendere queste differenze e le affinità ci permette di fare trading in maniera valida ed efficiente.

Scegliere tra azioni o su quale criptovaluta inevstire può essere un bel dilemma.

Inoltre diversificare su entrambe se si ha poca esperienza e poco capitale è molto spesso un azzardo che non vale la pena di correre.

Prima di procedere nel rispondere alla domanda ripassiamo brevemente cosa sono le azioni e le criptovalute.

Ri petiamo brevemente cosa sono le azioni così da capire le differenze e decidere poi la criptovaluta su cui investire e se farlo.

Le azioni

Le azioni sono strumenti finanziari puri con cui un’azienda cerca capitale all’esterno per fare investimenti che la rendano nel tempo più forte e profittevole.

Acquistando azioni si diventa soci e si possiede così una parte del capitale dell’azienda stessa.

In quanto soci, e non creditori, si è coinvolti nell’attività economica dell’azienda sostenendo i rischi in caso di perdite e i profitti in caso di guadagno distribuiti come dividendi.

Le azioni si scambiano su mercati regolamentati, eccetto piccole rare eccezioni ben elencate.

In quanto scambiate su mercati regolamentati sono sottoposte a controlli dalle Autorità come Consob e Banca d’Italia per il nostro Paese.

Differenze tra azioni e criptovalute

La prima differenza è proprio nello strumento in sè.

Le criptovalute sono un’insieme di algoritmi crittografici, le azioni costituiscono un pezzetto di capitale di un’azienda.

Seconda differenza anche questa vista nella descrizione è nel tipo di mercato, regolamentate e quindi più trasparente per le azioni, non regolamentato e quindi meno trasparente e perciò più rischioso per le criptovalute.

Terza differenza è negli intermediari.

Gli intermediari sono quegli organismi che si preoccupano di far avvenire la contrattazione e perciò far incontrare la domanda con l’offerta.

Coloro che operano da intermediari delle azioni lo fanno da molto tempo e hanno raggiunto un livello di efficienza veramente alta.

Mentre gli intermediari di criptovalute anche per la novità e le caratteristiche dello strumento sono molto meno efficienti, più lenti, oltre a queste due caratteristiche sono spesso anche più costosi.

Per questo è normale che ancora siano meno efficienti e dinamici perché si tratta di un settore appena nato e sottoposto a molte critiche e controversie.

Siamo un po’ alla preistoria rispetto alla grande era industriale che vivono invece le azioni.

criptovaluta su cui investire

Quinta differenza è a livello di capitale.

Con le azioni non rischiamo di perdere il capitale solo perché abbiamo perso il portafoglio o le chiavi di accesso al conto in banca, ciò non avviene per le criptomonete.

Se ci dimentichiamo, smarriamo le chiavi di accesso al nostro conto portafoglio di criptovalute avremo perso per sempre tutte le nostre criptovalute e il capitale che vi abbiamo investito.

Si rischia di perdere tutto per una semplice dimenticanza.

Oltre a questo rischio vi è sempre la possibilità che il nostro portafoglio od i nostri dati personali vengano rubati da esperti hacker. Quindi bisogna fare molta attenzione a questi rischi che sono più presenti rispetto al mercato azionario.

Ultime tre fondamentali differenze tra azioni e criptovalute

Approfondiamo ora le principali differenze per scegliere se investire in azioni o su quale criptovaluta investire.

Le criptovalute sono a differenza delle azioni scambiati su mercati non regolamentati, rimanendo in questo più simili al settore del Forex che al mercato azionario.

Essendo scambiate su mercati non regolamentati, perciò senza regole e meccanismi di vigilanza, strumenti come le criptovalute sono esposte a maggiori rischi, maggiori rischi di manipolazione del mercato e anche costi più elevati e minore trasparenza.

Anche perché oggi investire su monete virtuali sta diventando sempre più frequente.

La sesta differenza tra azioni e criptovalute è proprio a livello di rischio sia di truffe non solo di contrattazione.

Prima di scegliere la criptovaluta su cui investire dovete prestare attenzione alle truffe.

Con truffe intendo non solo di furto di soldi, ma anche di coinvolgimento in progetti di ICO, Initial Coin Offering, o progetti per la creazione di criptomonete che poi si rivelano delle bufale.

Chiunque può dire e fare la sua criptovaluta, mentre non a tutti riesce di fare ammettere a quotazione la propria azienda perché ci sono dei criteri da rispettare per essere ammessi alla quotazione e per continuare ad esserlo.

Negli ultimi anni molti progetti si sono rivelati vere truffe in altri casi si trattava di progetti che per diversi motivi non hanno avuto successo causando la perdita di denaro da chi vi aveva investito.

La prossima differenza è invece nella differente liquidità che hanno le criptovalute rispetto le azioni, quest’ultima come visto sopra per l’halving di Bitcoin è fondamentale per scegliere la criptovaluta su cui investire.

Alcune criptovalute di dimensione e diffusione minore o anche media sono soggette a minore liquidità, ciò si ripercuote in minori scambi, poco frequenti e più manipolabili da chi voglia speculare su questo strumento, rendendo poco appetibile la criptovaluta su cui investire.

Questa sì è manipolazione del mercato ed è un reato, non si può fare, ma trattandosi di un mercato non regolamentato è più difficile farlo valere e riconoscere in sede legale.

Sul mercato azionario il rischio di manipolazione è molto meno presente e circoscritto solitamente a singoli titoli che sono anch’essi caratterizzati da piccola dimensione, poca liquidità, di certo è molto meno frequente e molto più controllato e severamente punito.

Ultima differenza è nella volatilità approfondiamo meglio questo concetto senza il quale non possiamo scegliere quale criptovaluta su cui investire.

Analisi della volatilità di una criptovaluta: il caso Bitcoin

Le criptovalute rispetto alle azioni sono molto più volatili.

Con volatilità intendiamo l’oscillazione nei prezzi degli strumenti.

Più volatili significa dunque che oscillano molto di più.

Guardate in questo caso il grafico in basso del Bitcoin.

Nel grafico è riportato l’andamento della criptovaluta dalla sua nascita fino ad oggi.

bitcoin criptovalute da nascita a oggi

Cosa si nota?

La grande oscillazione del titolo che da quando è nato, parliamo di dieci anni fa, ha fatto il 450.000% una performance che sul mercato azionario è altamente improbabile, non impossibile ma assai improbabile.

Inoltre ha ottenuto tale spaventosa performance nonostante due forti cali, anche crolli, evidenziati dalle frecce rosse sul grafico che a molti hanno fatto dubitare che quella fosse una criptovaluta su cui investire e rimanere investiti nel tempo.

Nel 2014, dove era dato per spacciato, avendo perso ben il 91% e nel 2018 quando ha perso l’83% del suo valore.

Ci sono stati così, sì, momenti dove ha guadagnato moltissimo, ma anche momenti da brividi e panico reale.

Nel mercato azionario tale volatilità, queste oscillazioni, sono meno marcate.

Anche in questo caso però le eccezioni sono sempre presenti.

Ci sono state azioni che hanno perso anche il 99% o peggio aziende e di collegato azioni che falliscono.

Ma la probabilità di scovare azioni che falliscono però rimane molto rara e su 10.000 azioni la probabilità scende ancora di più.

Molto spesso poi prima del fallimento lo stesso mercato e l’azienda mandano dei segnali come utili e profitti in calo cosa che invece magari la criptovaluta su cui investire non ti dice.

Due interessanti grafici a confronto per capire su che criptovaluta investire rispetto alle azioni

Se confrontiamo il grafico del Bitcoin con il grafico dell’indice tecnologico statunitense ci accorgiamo di molte analogie, ma anche qui è evidente come il Bitcoin amplifica nel bene o nel male le oscillazioni del mercato azionario.

Il grafico è riportato in basso e potete vedere bene il distacco ma anche le analogie del trend tra i due.

Vi consigliamo di guardarlo e scegliere al meglio su che criptovaluta e su che azione investire.

criptovalute e azioni: bitcoin e indice tecnologico USA

Rischi e vantaggi tra azioni e criptovalute

Dalle analisi delle differenze tra criptovalute e azioni si capisce come le criptovalute sono più rischiose e complesse sia da capire sia soprattutto da gestire.

Se siete inesperti vi sconsigliamo di iniziare ad operare con tale strumento e ancora di più in maniera esclusiva su di esso.

Criptovaluta su cui investire come sottostante o come derivato?

Quando ci riferiamo alle criptovalute ci riferiamo sempre alla criptovaluta reale, al sottostante e mai a contratti per differenza, i CFD o altri strumenti derivati su queste.

Operare con questi strumenti o ancora peggio con strumenti a leva sulle criptovalute è un’operazione estremamente rischiosa, meglio scegliere quale criptovaluta investire o più di una e rischiare.

Per quanto vi possano brillare gli occhi per i grandi guadagni che vi promette vi sono connessi anche grandissimi rischi, non fate dirmi “ve lo avevo detto, di evitarli”.

Oltre ai rischi queste strumenti derivati presentano anche costi molto alti e trasparenza veramente scarsa.

Ricordate che anche solo operando con le criptovalute siete su mercati non regolamentati di per loro molto meno trasparenti e limpidi.

Se siete inesperti state dicendo addio per sempre ai vostri soldi, per fortuna la poca esperienza è facilmente risolvibile, basta studiare e investire un po’ sulla formazione, leggendo, con corsi, con demo per imparare e iniziare a guadagnare diminuendo il rischio di perdite e comprenddendo le base per scegliere su quale criptovaluta investire

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Quali preferisco? azioni o criptovalute?

Dopo tutte le differenze emerse dal confronto tra le due è chiaro che io preferisca le azioni rispetto la criptovaluta su cui investire è sempre un po’ più complesso.

Nonostante le preferenze però le uso entrambe con strategie e sistemi diversi perché si tratta di strumenti diversi.

Alle azioni dedico un’attività di trading e di investimento attivo.

Cerco e studio attentamente ogni singola azione su cui io investo avvalendomi di analisi fondamentali e di analisi tecnica.

All’investimento azionario dedico gran parte del capitale perché si tratta di strumenti scambiati su mercati regolamentati e controllati oltre che li conosco veramente bene.

Alle criptovalute ho dedicato una parte di investimento con un orizzonte temporale a lunghissimo tempo.

La criptovaluta su cui investire a cui ho dedicato un certo capitale ammonta ad una cifra che posso permettermi di perdere interamente senza paura o timori.

Quando poi parlo di criptovaluta su cui investire mi riferisco quasi ed esclusivamente al Bitcoin che ritengo “La criptovaluta”.

Non a caso è stata definita l’oro digitale di questi anni.

Ho investito in Bitcoin e poche somme in altre criptovalute principali. Le altre criptomonete devono ancora dimostrare la loro validità, influenza e persistenza.

Su quale criptovaluta investire sono stato guidato da due motivazioni.

La prima motivazione nello scegliere su quale criptovaluta investire è avere dei ritorni positivi sul mio portafoglio tra dieci venti anni.

La seconda è vedere semplicemente cosa succederà in questo orizzonte temporale.

Non per diventare miliardario domani, come invece molti pensano e vorrebbero.

Su che criptovaluta investire diventa anche così una scelta per essere presente sul mercato qualsiasi cosa succeda, opportunità o il rischio che ho calcolato posso perdere fin dall’inizio senza che intacchi il mio portafoglio.

E secondo voi quali su che criptovaluta ci sono maggiori opportunità nel 2020 e quale sarà la criptovaluta su cui investire oggi e la criptovaluta su cui investire in attesa del domani?

Fatemi sapere cosa ne pensate e perché investire su monete virtuali.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!.
Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento