Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

I broker migliori per l’azionario Italia

Home»Articoli»I broker migliori per l’azionario Italia
broker-migliori-per-l’azionario-Italia

Quali sono i migliori brokers in Italia per comprare azioni italiane?

Sicuramente valgono le considerazioni precedentemente fatte nella scelta del miglior broker per azioni Americane.

Partendo da un minimo di 10 operazioni al mese, i costi relativi alle commissioni sono la prima voce nella nostra lista.

Andiamo comunque a vedere anche tutti quei costi che in genere si trascurano.

Online broker Italia: non sottovalutare i costi nascosti

In molti si concentrano esclusivamente sulle commissioni, cercano la migliore offerta, ma bisogna valutare anche costi meno evidenti come il deposito titoli, la piattaforma, ecc..

Molto spesso questi stessi possono davvero fare la differenza specialmente nello scegliere il miglior broker in Italia.

Ma quali sono gli elementi da valutare quindi oltre alle commissioni per gli eseguiti?

Prima di tutto il deposito titoli, il costo per inattività e per la piattaforma.

Analizzando questi costi, relativi al trading di azioni italiane, ci accorgiamo che i migliori broker sono:

  • Directa
  • Degiro
  • Binck Bank e
  • Fineco 

Ognuno di questi appena presentati offre zero costi per ognuna delle 3 variabili con l’unica eccezione di Fineco che presenta un costo di 19,95€ per la piattaforma.

Costo che si abbatte facilmente fino ad azzerare, compiendo almeno 5 eseguiti al mese.

Nella scelta del miglior broker per azioni italiane però, dobbiamo considerare anche l’offerta di titoli e di funzionalità, più o meno avanzate, che ogni trader cerca.

Chi fa trading ormai da tempo, a differenza di chi investe o fa trading da poco, cercherà ad esempio servizi più evoluti, come conti demo per il test di nuove strategie, la possibilità di settare dei limiti di prezzo e di inserire indicatori, così come la possibilità di operare a leva o vendere allo scoperto.

E di nuovo ecco perché scegliere il miglior broker non è facile e richiede una qualche attenzione in più.

Vediamo perciò brevemente proprio quali sono i migliori broker in Italia secondo queste variabili.

Il miglior broker in Italia per servizi evoluti: la leva

Nel caso cerchiamo un’operatività maggiore sicuramente per quanto riguarda la possibilità di investire a margine usando la leva, opzione che come sempre sconsigliamo a gran parte degli investitori.

Per i forti di cuore è sicuramente Fineco che offre una leva 20x per un tasso di finanziamento legato all’Euribor + 5,99%.

Degiro permette di operare con una leva anche 18x per operazioni intraday e 6x per la multiday.

Il tasso di finanziamento di Degiro parte dal 4% fino ad arrivare all’1,25% sfruttando il servizio di allocazione.

Leva elevata anche per Binck Bank con tasso di finanziamento al 6% offre un’esposizione anche fino al 10x.

Infine Directa offre una leva più contenuta, massimo 5x e per un tasso di finanziamento del 5,25%.

I migliori brokers in Italia per azioni: lo short

Per quanto attiene la possibilità di andare short ognuno dei broker visti finora offre questa possibilità seppure con limiti e valutazioni differenti a seconda del broker.

Directa rimane tra i nostri migliori broker per comprare azioni italiane il più cauto distinguendo tra titoli shortabili dividendo tra titoli che devono essere riacquistati entro fine giornata e titoli che si possono conservare anche overnight, il costo per Directa oscilla tra il 6% e il 15,5%.

Mentre più libera Fineco che permette di andare short su oltre 300 azioni italiane sia intraday che multiday il costo è decisamente più basso e pari al 4,95%.

Mentre operatività maggiore e costi più bassi tanto da renderli a tutti gli effetti imbattibili in questo tra i migliori broker per azioni italiane finora analizzati sono Binck Bank e Degiro.

Binck Bank consente di vendere oltre 200 titoli sia in intraday che in multiday e a costi dello 0,03% giornaliero, il che lo rende estremamente adattabile a chi vuole cogliere occasioni impreviste.

Degiro permette di shortare tutte le azioni che sono classificate in base ad una classificazione per lettere.

Si possono shortare tutte le azioni che vanno dalla lettera A alla C.

I costi sono super competitivi di circa 1-3% annuo senza differenza tra operatività in intraday o multiday.

Valutare anche l’offerta e l’accesso ai mercati

Prima di procedere nell’analisi di ogni singolo broker scopriamo di nuovo sinteticamente quello che è il miglior broker per comprare azioni italiane in base a diverso accesso ai mercati.

Sicuramente tutti i broker finora menzionati permettono la compravendita di tutti i titoli sul FTSE MIB ma non è così anche per l’accesso ai segmenti Small-Mid Cap, STAR, AIM e SeDEX.

Come possiamo vedere le maggiori possibilità sono offerte da Directa, Binck Bank e Fineco che permettono di operare su tutti i segmenti di mercato italiano.

Mentre male Interactive Brokers che non permette di operare su SeDEX e TAH, malissimo invece Degiro che non permette di accedere neanche sul segmento AIM.

Se vuoi scoprire quali sono i segmenti di mercato: Mercato azionario: cos’è e come funziona

broker mercati

Ma passiamo ad analizzare ognuno di questi 5 broker.

Migliori broker per azioni italiane: Fineco

Iniziamo con Fineco il più storico degli istituti e broker per azioni italiane.

Sicuramente si tratta di uno dei migliori broker in Italia per la compravendita di azioni e non solo, perché oltre a operare su molti mercati anche esteri come appena visto copre tutti i segmenti italiani e con servizi aggiunti che solo pochi altri competitor offrono.

Tecnologia e facilità di utilizzo permettono di gestire ogni operazione anche da remoto in maniera davvero efficiente.

Sicuramente è adatto a chi ha un profilo avanzato e bisogni variegati, cosa che d’altra parte ha sempre il suo costo.

Fineco: profili e costi

Le commissioni sono degressive basate su 3 diversi profili:

  • commissioni generate nel mese
  • asset totale 
  • risparmio gestito

Iniziamo dal primo profilo: commissioni generate nel mese.

Chi ha svolto nel mese precedente operazioni fino a 99 euro di commissioni pagherà 19 euro per la compravendita di ETF e su azioni italiane ed europee, mentre 12,95 dollari su azioni USA e 25 dollari canadesi sulle azioni di questo Paese.

Al superamento di 100 euro di commissioni scatta un elevato sconto di costi.

Si paga infatti 9,95 euro per azioni italiane od europee e 9,95 dollari 0,20 CAD se avete operato rispettivamente con azioni USA o canadesi.

Se sempre nel mese precedente si sono invece svolte operazioni per 1.500 euro di commissioni il costo scenderà a 6,95 euro su azioni italiane ed europee e 8,95 dollari per le USA e 15 CAD sulle canadesi.

Se invece si supera la soglia dei 2.000 euro di commissioni nel mese precedente allora qui come abbiamo detto si ottengono numerosi vantaggi e i costi applicati saranno di 2,95 euro per azioni italiane ed europee e 3,95 dollari o 10 CAD per azioni USA o se azioni canadesi.

In basso trovate un grafico riassuntivo esposto dallo stesso broker e valido si per azioni italiane ed USA che per ETF.

Nel secondo caso quello dell’asset totale le commissioni sono pressoché le simili in questo caso varia l’asset in gestione che come vediamo parte da più di 500.000€ fino ad arrivare a 2 milioni di euro.

In questo caso come possiamo vedere in immagine di nuovo se si fanno molte operazioni la commissione si riduce, pertanto questo è davvero uno dei migliori broker per chi investe in azioni italiane e prevede almeno 10 o più operazioni al mese.

Come possiamo vedere su un patrimonio sopra i 500.000€ con una media di 10 eseguiti i prezzi scendono dai 19 ai 9,95€ per ordine eseguito per chi compra ETF in Italia e Europa o 9,95 dollari se si opera su mercati americani.

Come ribadisco con piccoli capitali si perde la convenienza costando 19€ ad eseguito per chi investe in UE e ha un asset totale di meno di 500.000€.

Ultimo dei profili il risparmio gestito che presenta le medesime commissioni del profilo per asset totale.

Come vedremo anche più avanti nell’analisi dei migliori broker per comprare ETF Fineco offre davvero molti servizi unito a sicurezza e servizio clienti sempre disponibile.

La tecnologia è uno dei suoi ulteriori punti di forza, offre un bel conto demo e l’app è una delle migliori in giro e oltre a piattaforme evolute che offrono la possibilità di fare trading anche su CFD.

Sicuramente per chi cerca servizi evoluti e ha un profilo avanzato è davvero il miglior broker per investire in azioni italiane.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!.

Directa

Degno competitor di Fineco è Directa, la SIM presenta notevoli punti di forza che l’hanno portata nel tempo a diventare uno dei migliori broker in Italia per la compravendita di azioni.

Punti di forza sicuramente prezzi e servizio clienti efficiente.

Per quanto riguarda la compravendita di azioni sono previsti 3 diversi profili:

  1. Commissione semplice con 5€ per ordine eseguito
  2. La commissione dinamica con prezzi da 8 a 1,5€
  3. Commissione variabili a seconda dell’operatività

Vi riportiamo un grafico riassuntivo:

Le piattaforme rimangono poco user friendly, in questo Fineco rimane leggermente più semplice.

Interessante invece Visual Trader, software che permette di fare analisi sia tecniche che fondamentali, perfetto quindi per chi fa trading.

I costi di apertura e tenuta del conto trading sono pari a zero, un ulteriore vantaggio e punto di forza.

Interessante invece il servizio API che permette di collegare il proprio software di trading, sviluppato personalmente o da terze parti, a Directa.

Directa rimane il miglior broker per ETF ed azioni adatto a chi vuole fare sul serio mantenendo un profilo non troppo rischioso cercando le migliori opportunità di costi ma senza perderne in qualità e contando sulla migliore assistenza.

We Bank

We Bank rientra tra i migliori broker in Italia per comprare azioni italiane per diversi motivi che ora analizzeremo.

Il primo è sicuramente la sicurezza, aderisce al Fondo Interbancario, ciò significa che in caso di fallimento dell’istituto i depositi sul conto fino a 100.000€ per intestario sono salvaguardati.

A questo si unisce un servizio di tutela elevato.

Altro punto di forza di questo istituto che lo posiziona ai primi posti dei migliori broker per investire in azioni è sicuramente a livello di costi.

Unica pecca è il costo del conto di circa 2€ al mese, per il resto non sono presenti altre spese di tenuta ad esempio del deposito titoli o di apertura e chiusura. Si rivela uno dei migliori broker per azioni italiane perché il costo per eseguito è pari a 2,75€ su azioni e obbligazioni.

I profili commissionali sono due:

  1. profilo fisso che va da 12€ fino a scendere ai 2,75€
  2. profilo variabile ripartito secondo le diverse percentuali: 0,19% – 0,17% – 0,15% – 0,13% – €2,75

Come Fineco il profilo commissionale si definisce a seconda dell’operatività dei mesi precedenti.

Si rientra in prima fascia se le commissioni generate sono state fino a 500€, si passa in seconda fino a 1.000€ e in terza per 1.5000€ oltre i 2.000€ siamo in quinta fascia e ci verrà applicata la commissione fissa a 2,75€.

Sicuramente stiamo parlando di trading e quindi operatività elevata, se così non fosse e voi tenete un profilo più da “cassettista” sicuramente la migliore soluzione è optare per altri broker analizzati e che ora analizzeremo.

Un punto di debolezza è invece riguardo l’offerta dei mercati solo 20.

Veramente interessante la piattaforma T3 che costa 30€ al mese ma già se si fanno 50€ di commissioni si azzera e potete testarla gratuitamente per un periodo di circa 2 mesi.

La piattaforma è personalizzabile e per chi comincia a destreggiarsi in questo mondo può essere un bel banco di prova.

Il servizio clienti è molto efficiente e celere, come molti altri istituti permette di avere una volta fatto l’accesso un canale privilegiato di assistenza.

Binck Bank

Bink Bank è conveniente per i costi e per l’operatività di tutti i giorni, meno avanzata l’app, troppo statica ancora ad oggi rispetto alle altre dei competitor, e dal punto di vista del customer service qualcosa in più si può fare.

Questi i due profili commissionali offerti per la compravendita di azioni.

Qui troviamo le commissioni per il profilo variabile:

Qui le commissioni per chi decide di adottare il profilo fisso:

Presenta una vasta offerta di mercati e titoli grande pecca ad oggi è la mancanza di poter operare sul forex e CFD, che invece sarebbero molto utili per profili più avanzati.

Come Directa offre per il trading due piattaforme proprietarie: WebStart e ProTrader che sono integrabili con Prorealtime.

Interessante invece la possibilità di ottenere il rimborso dell’imposta di bollo dello 0,20% sul conto deposito al momento della data di rendicontazione scegliendo la momento dell’attivazione il servizio di prestito titoli durante l’anno fiscale ottenendo a seconda delle operazioni un rimborso totale o parziale.

I migliori brokers in Italia per azioni italiane e non solo: Degiro

Uno dei migliori broker per investire in azioni è sicuramente Degiro, i suoi prezzi dobbiamo ammetterlo sono quasi imbattibili, forte della sua presenza internazionale gli permettono di unire a bassi prezzi anche veramente una grande trasparenza.

Il risparmio medio per la compravendita di azioni italiane si aggira su circa il 77%.

Unisce la semplicità di utilizzo a bassi costi e servizio clienti abbastanza efficiente.

Adatto quindi a chi è più giovane e vuole imparare a fare trading ed investire contando però appunto su un capitale medio o su strategie dinamiche.

Ulteriore vantaggio è che si può aprire un conto Degiro, che rimane ad oggi gratuito, anche se risiede o si ha un conto estero di uno dei Paesi UE o EEA.

La piattaforma dobbiamo ammettere è veramente user friendly e adatta a chi inizia da zero o ama la semplicità.

Ad esempio per il nostro portafoglio smart non lo consigliamo moltissimo.

App essenziale e sicuramente sono invece più ridotte le funzionalità rispetto ad altri broker per azioni visti fin qua, per esempio non è presente un conto demo o la possibilità di connettere le proprie API.

Anche dal punto di vista della formazione è molto carente, ma questo non è un problema per voi che conoscete noi e la Pro realtime.

L’offerta di mercati è davvero vasta e per questo non dubito che oltre all’investimento in azioni italiane inizierete presto anche con quelle USA.

Ma passiamo appunto ad analizzare i costi di Degiro.

Degiro: costi e profili

Come detto, il conto costa zero mentre i costi per azioni italiane sono dello € 0,50 + 0,05% per ordine. Sicuramente un punto di forza unico.

Sono presenti 3 profili:

  • basic
  • active o trader
  • day trader
  • custody

Vi consigliamo di iniziare con l’aprire il basic e poi di spostarvi tranquillamente sugli altri profili una volta che avrete valutato bene quale operatività vorrete seguire e dalla marginazione.

Miglior broker per chi non ha MAI investito: eToro

Forse uno dei rivali maggiori di Degiro visto che consente di fare trading a zero commissioni. Ma perché eToro rientra nella nostra lista dei migliori broker?

Lo inseriamo nella nostra lista dei migliori broker per investire in azioni perché è adatto a chi è proprio agli inizi.

Sicuramente questo è uno dei migliori broker per iniziare a investire in azioni ma vi consigliamo una volta che volete iniziare a fare sul serio di spostarvi su broker o istituti diversi.

Ricordiamo che non sono previste commissioni “pure” sul trading ma i prelievi rimangono comunque sottoposti ad una commissione di 5€.

Il servizio clienti non ci convince moltissimo, assente ad esempio l’assistenza telefonica.

Mentre punta molto sui copy portfolio, recentemente aggiornati anche nelle funzionalità.

Bene per chi ancora vuole insomma fare delle prove, come vediamo senza neanche il bisogno di iscriverci ci cala direttamente quasi nell’operatività.

Mi raccomando siete principianti ora, non rimanetelo per sempre, studiate, formatevi e poi non rimanete sprovveduti.

Imparate a lavorare su strategie di trading più evolute comprendendo ciò che fate e poi orientatevi su altri broker.

Di certo eToro rimane uno dei migliori broker per iniziare a familiarizzare con la materia.

Qual è il miglior broker per azioni italiane?

Facendo alcune semplici simulazioni ci siamo accorti che nel fare la differenza tra i migliori broker per azioni italiane non è tanto la frequenza delle operazioni quanto la soglia di investimento mensile per operazione.

Fino a 500€ abbiamo ai primi posti:

  1. eToro
  2. degiro
  3. directa

Già se saliamo sui 2.000€ di eseguito al mese la classifica cambia, ma come possiamo vedere i migliori broker in Italia rimangono quelli finora analizzati:

  1. eToro
  2. degiro
  3. binck bank

E voi quale broker preferite per comprare azioni italiane?

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!.

Fatemi sapere le vostre opinioni su quelli he reputate i migliori broker per azioni italiane qui nei commenti.

1Commento

  1. michele
    Dicembre 31, 2020

    Per me mancano 2 cose in questa analisi:
    – la garanzia che danno i broker rispetto alle banche: 20k€ i primi, 100k€ i secondi. Avete citato questya cosa solo su Webank e parzialmente
    – è inutile parlare delle commissioni sul Nasdaq se poi non si analizzano anche i costi del cambio

    Da correntista Webank posso dire che il servizio clienti è molto peggiorato negli anni, ora non rispondono più alle mail e il trading online ha dei problemi lato sito.
    Non c’è il costo di 2€ al mese e soprattutto c’è un asterisco che non avete riportato nello screenshot dove si dice che
    * Su ciascun ordine eseguito sui mercati azionari europei sarà applicata una maggiorazione di 9 euro per spese e diritti fissi.
    Avete letto bene: 9€.

    Saluti

    Rispondi

Lascia un commento