Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Money management: il segreto di un trading profittevole

Home»Articoli»Money management: il segreto di un trading profittevole
money management

Money management nel trading, quuesto è parte del segreto di un trading profittevole.

Una strategia di trading discrezionale o un trading system, testati e funzionali, non sono sufficienti per avere successo nel mondo del trading.

Se non sono accompagnati da un più che efficace risk & money management trading, così come il resto degli investimenti, risulteranno inevitabilmente inutili.

A differenza di quanto molti credono, il risk e il money management (gestione del capitale e del rischio) sono una componente fondamentale ed imprescindibile da qualsiasi sistema di trading.

Per avere successo nel trading, non è sufficiente sapere quando comprare e quando vendere, ma è altrettanto importante sapere in anticipo come investire e come gestire il capitale in ciascun trade, appunto si parla di money management nel trading.

Un problema del trading money management

Parlando con alcuni utenti che non riuscivano ad ottenere risultati soddisfacenti, mi sono reso conto che il loro problema risiedeva proprio nella gestione del capitale.

L’assenza di regole per gestire e limitare i rischi aveva fatto modo che le perdite azzerassero i guadagni nel lungo periodo nonostante i buoni segnali operativi che il mio servizio stava fornendo.

Da qui l’idea di pubblicare un articolo nel quale approfondire la tematica del money management e nel quale esporre una semplice e generica strategia di gestione del rischio, ma che per molti è ancora un segreto del trading.

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!.

Che cos’è il money management

Per Money Management si intende l’allocazione e la gestione del capitale. 

Le attività che rientrano in questo campo sono sostanzialmente 6:

  1. La formazione del portafoglio.
  2. La diversificazione:  quanto investire e quanto rischiare in ogni singolo mercato.
  3. L’impostazione dello stop loss.
  4. Il rapporto rischio rendimento per ciascun trade.
  5. Che cosa fare dopo un lungo periodo di successi o fallimenti.
  6. Investire in modo aggressivo o conservativo.

Per farla semplice, se il processo di analisi ci dice che cosa comprare e il timing ci dice quando comprare, il money management ci dice quanto capitale usare.

Alcuni ritengono che il money management sia l’aspetto più importante nell’attività di trading.

In parte hanno ragione è un segreto del trading e rappresenta un elemento imprescindibile senza il quale sarà impossibile avere successo nel lungo periodo. segreto del trading

Le 9 linee guida del money management nel trading

Ogni strategia di money management trading che si rispetti deve essere fondata su una serie di regole che ti elencherò di seguito.il money management il segreto del trading

  1. L’obiettivo primario non è guadagnare, ma salvaguardare il capitale. Prima di tutto è necessario tutelare il capitale.
  2. Non operare impulsivamente, seguire una strategia definita a priori.
  3. Prendere le decisioni a mercati chiusi.
  4. Usare sempre gli stop loss protettivi
  5. Impostare gli stop loss al momento in cui si esegue l’ordine
  6. Tagliare le perdite e lasciar correre i profitti
  7. Diversificare senza esagerare.
  8. Incrementare l’esposizione su un titolo seguendo i seguenti principi: a) Ogni successivo acquisto deve essere minore del precedente. b) Incrementare solo posizioni in attivo. c) Non incrementare mai posizioni in perdita. d) Ridurre gli stop loss fino a portarli al punto di pareggio.
  9. Utilizzare un rapporto di rischio rendimento che sia almeno di 3 a 1. Ciò significa eseguire solo quei trades che, definito il rischio (stop loss), hanno un profitto atteso che sia almeno tre volte superiore al rischio tollerato.

money management

Sono queste le 9 regole pratiche di money management nel trading, ma non finisce qui!

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Il segreto del trading: le altre 9 linee guida del money management

Oltre a quelle applicative appena viste esistono altre 9 regole di money management da seguire e da impostare prima di iniziare a fare trading.

Vediamole con attenzione e se volete appuntatevele pure o salvate l’articolo, ma non perdiamo tempo, carta e penna e via:

  1. Non farsi influenzare dai media finanziari. Spesso quando si è in minoranza o controcorrente, in realtà si è dalla parte giusta.
  2. Destinare al trading non più del 50% del capitale totale.
  3. Non investire più del 15/20% del capitale destinato al trading in un singolo trade
  4. Ancora, non investire più del 25% del capitale destinato al trading in un singolo mercato o settore.
  5. Non rischiare più del 2% del capitale destinato al trading in un singolo trade.
  6. E non rischiare più del 6% del capitale destinato al trading in un singolo mese. Se in un mese perdi il 6%, fermati e ricomincia il mese successivo.
  7. Gli ultimi 5 punti possono essere modificati ed adattati alle specifiche esigenze di ciascuno di voi. E’ bene però, non oltrepassare i limiti suggeriti per non imbattersi in spiacevoli situazioni.
  8. Testate la vostra strategia per qualche mese con delle simulazioni con capitale virtuale.
  9. Utilizzate il capitale reale solo quando sarete completamente soddisfatti ed avrete compreso a pieno il funzionamento, i rischi e le opportunità della vostra strategia.

Si parla molto del segreto del trading e di sistemi magici, ma non è così.

Il segreto del trading è applicare con cura, dedizione e controllo i principi del money management, la vostra strategia di traading e correggerla nel tempo.

Un modello di money management trading: un esempio reale

Le regole sopra citate possono essere adattate ad ogni metodologia di trading, non sono un segreto del tradign.

Perciò andiamo a vedere una semplice strategia di Money Management da applicare ad un generico trading system.

  1. Stabilisci il tipo di segnali da seguire. Ad esempio: solo segnali di durata 30 giorni.
  2. Stabilisci il numero massimo di trades che puoi tenere aperti contemporaneamente. Esempio 5 trades.
  3. Stabilisci il capitale da destinare al trading. Non superare il 50% del capitale totale di cui disponi.
  4. Stabilisci il capitale da destinare per ciascun trade. Fai in modo di non superare il 15/20% del capitale destinato al trading. Tieni presente anche che, per investimenti per singolo trade troppo bassi, c’è il rischio che le commissioni azzerino i profitti.
  5. Stabilisci il capitale da investire in ciascun settore. Fai in modo di non investire più del 25% del capitale destinato al trading in azioni di uno stesso segmento (Es: industriali, bancari, utilites ecc.)
  6. Stabilisci la perdita massima tollerabile in un singolo mese. Fai in modo di non superare il 6% del capitale a disposizione per il trading.

Ora che sapete e conoscete tutte le regole di money management trading è e la vostra operatività sono pronte.

Ma rimane un altra domanda.

Migliora da subito il tuo trading. Scarica la libreria del trader. BONUS: 2 casi studio reali

E ora che fare?

L’utilizzo di una buona strategia di money management nel trading, che mira principalmente alla conservazione del capitale attraverso la limitazione del rischio è una componente fondamentale di qualsiasi attività di trading.

Un trading system profittevole non accompagnato da un adeguato money management non è sufficiente a garantire risultati positivi nel lungo periodo.

Un’accurata e ben definita gestione del capitale è un’attività fondamentale per evitare il fallimento nel lungo periodo, indipendentemente dal metodo di trading utilizzato.

Le regole e gli esempi sopra presentati rappresentano dei concetti base, semplici ed efficaci della complessa attività del money management.

Ovviamente non garantiscono in modo sicuro ed inequivocabile il successo nel lungo periodo.

Tuttavia permettono di approcciare il trading in modo disciplinato ed ordinato evitando di cadere nel così detto trading emozionale che porta al fallimento nel lungo periodo.

Come definire le regole base

L’importante è definire tutte le regole a priori, prima ancora di iniziare e fare money management trading e di valutare la propria strategia.

Quest’ultima monitoratela per qualche mese prima di giudicarla ed eventualmente modificarla.

E’ vivamente consigliato testare la propria strategia con 2 differenti metodi:

  • Test sui segnali storici.
  • Simulazione in tempo reale con un capitale virtuale per 3 mesi o più.

Se entrambi i test soddisfano le tue aspettative e le tue esigenze, allora potrai iniziare a seguire la tua strategia con il capitale reale.

Prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno, prova e riprova finché non sarai completamente soddisfatto e consapevole dei rischi e delle opportunità della tua strategia.

Non superare mai i limiti imposti dalle tue regole di risk e money management e il tuo trading ne gioverà.

Devi essere disciplinato, organizzato, rigido  e scrupoloso nell’applicazione del tuo metodo.

Non farti mai influenzare dalle emozioni e rimani sempre fedele a ciò che hai pianificato a mente fredda prima ancora di iniziare.

Se raggiungi la perdita massima tollerabile in un singolo mese, fermati e ricomincia il mese successivo.

La borsa non chiude domani!

Buon trading

Alessandro Moretti

vivere-di-dividendi

A caccia di dividendi

Impara ad investire sulle società che pagano alti dividendi guadagnando con continuità.

Scopri l’offerta

0Commenti

    Lascia un commento