Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Trading online: come si usa Fibonacci

Home»Articoli»Trading online: come si usa Fibonacci
fibonacci trading

Fibonacci come si usa nel trading online?

Se tutto sembra andare male e noi cadiamo nel panico, affidarci ai numeri e alle regolarità può permetterci di tornare ad operare con lucidità e forse è anche questo uno dei segreti di Fibonacci, ma come funziona e come possiamo fare trading con Fibonacci?

Cos’è la sequenza di Fibonacci

Quella di Fibonacci è una sequenza matematica di numeri dove, dopo 0 e 1, i numeri che seguono non sono altro che la somma dei due numeri precedenti.

Quindi 0 +1=1

Poi 0+1+1=2

0+1+1+2=3

0 1 1 2 3 =?

0 1 1 2 3 5 e così via secondo tale formula Fn = Fn-1 + Fn-2

Ad esempio: 0 1 1 2 3 5 8 13 21 34 55 89 144 233  377  610 987….

La sequenza è stata scoperta proprio da Leonardo Pisano Bogollo, noto come Fibonacci, matematico italiano, di Pisa nel 1179.

Si tratta di una sequenza talmente importante che segretamente sembra spiegare molti dei fenomeni della natura e non solo.

La sequenza viene anche utilizzata in architettura, per esempio, solo per citarne uno, il Partenone la applica con la ben nota sezione aurea.

Ma nel trading come può aiutarci, come si può fare trading con Fibonacci?

Dobbiamo premettere che per utilizzare fibonacci nel trading dobbiamo conoscere altre 3 importanti proprietà della sequenza:

  1. se si divide un numero della sequenza per il precedente, tale rapporto tende sempre a 1,618 ossia (n/n-1)=1,618
  2. quando si divide un numero per il successivo più alto avremo come tendenza sempre 0,618
  3. se si divide un numero per il numero che è due posizioni successive il risultato sarà intorno lo 0,382

Magico, no?

I primi due numeri sono estremamente importanti nel fare trading con Fibonacci.

L’1,618 è la Golden Mean, appunto il rapporto aureo o Phi, il suo opposto è lo 0,618, che moltiplicato per 100 da 61,8% e costituisce il livello dei ritracciamenti di Fibonacci nel trading online.

Tanti numeri, ma cosa significano? E come possono essere applicati per fare trading con Fibonacci?

Significa che, quando un’azione supera il livello di 0,618, solitamente c’è da aspettarsi che continuerà a scendere e che cambi l’andamento in essere ritracciando.

Si tratta di un numero che si ripropone frequentemente quando si misurano le durate dei movimenti dei prezzi.

Ma approfondiamo meglio.

Il ritracciamento di Fibonacci nel trading

Per prima cosa dobbiamo dire che nell’analisi tecnica si usano determinate percentuali di ritracciamento di Fibonacci.

Nel trading con Fibonacci si possono ripartire in 2 diverse categorie ed evidenziano 9 livelli orizzontali di un determinato arco di prezzi, esse sono:

  • Livelli di ritracciamento: 0.236 – 0.382 – 0.500 – 0.618 – 0.764
  • Livelli di estensione: 0 – 0.382 – 0.618 – 1- 1.382 – 1.618

I livelli di ritracciamento servono per determinare le aree delle perdite, mentre le linee di estensione servono per individuare quelle aree dove invece ottenere dei guadagni.

Le estensioni, lo possiamo vedere in basso, superano il range.

Entrambi questi livelli vengono utilizzati per definire linee di supporto e di resistenza ai prezzi dove si potrebbero verificare inversioni.

Così le sequenze viste precedentemente diventano basi su cui tracciare linee orizzontali che saranno supporti o resistenze.

Per tracciare questi livelli di Fibonacci trading si disegna una linea di tendenza tra due punti estremi e poi si divide la distanza seguendo proprio la successione di Fibonacci: 23,6%- 38,2%- 50%-61,8% -100%.

I livelli di Fibonacci sono così uno strumento molto diffuso tra i trader, perché prendendoli a riferimento trovano interessanti punti di ingresso e punti per fissare lo stop loss ed il take profit.

Fibonacci nel trading potrebbe tornarci utile nelle giornate di forti movimenti di prezzi, quando supporti e resistenze nuove tendono a posizionarsi vicino ai livelli di Fibonacci.

Dopo un forte aumento o calo del prezzo di un titolo, si misura il movimento e sull’applicazione di Fibonacci si capisce quale livello minimo, nel caso di rialzo toccherà prima di proseguire la risalita.

All’opposto, rimbalzerà e poi continuerà a scendere di solito su livelli appunto del 38,2% – 50% – 61,8%.

Tranquilli, se come sempre i numeri vi spaventano e i calcoli vi annoiano, per noi tutti esistono semplici calcolatori e software che calcolano, a seconda del range dei calcoli individuato, i diversi livelli di Fibonacci, il trading sarà così molto più facile.

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Come usare Fibonacci nel trading online

Allora, oltre a livelli di supporto e resistenze ed indicazioni su ritracciamenti e inversioni, come possiamo utilizzare Fibonacci per fare trading?

Serve la Golden Rule!

La regola d’oro che, tra l’altro, detta le misure ad esempio delle forme di alcune galassie o della chiocciola delle lumache, ci viene in aiuto e ci bisbiglia se secondo le regole invisibili, o non tanto, della matematica è il caso di acquistare o vendere.

Quando ci troviamo in situazione di ribassi di solito si inserisce una “correzione” in B, poi si calcola il ritracciamento che esiste tra A e B per individuare quale livello pari al 161,8% dove il titolo arriva e che sarà il nostro C, dove comprare.

Alcuni lo usano anche per operare in controtendenza, ma bisogna essere davvero super esperti per fare trading con Fibonacci.

In genere poi si usa Fibonacci nel trading anche per posizionare stop loss e take profit che verranno posizionati subito dopo i ritracciamenti.

 

Accedi subito alle 32 video pillole per imparare la migliore piattaforma di trading: la ProRealTime

Gli altri usi di Fibonacci nel trading online

La sequenza di Fibonacci, oltre che nel definire i livelli di supporto e resistenza, trova diverse e molte applicazioni nel trading online, oltre ai take profit si usa ad esempio per tracciare le Time Zone di Fibonacci.

Queste sono linee verticali che, ottenute sommando il valore dei precedenti numeri della sequenza, individuano per ogni linea possibili livelli temporali di inversione del trend, la cosa interessante delle time zone è che possono tornare valide anche dopo molti anni.

Abbiamo poi le Fan line o anche detti archi di Fibonacci, dove il prezzo si muove disegnando come un arco.

L’arco viene disegnato secondo tre linee che, a ventaglio, vengono proiettate su i tre livelli di 38,2% 50% 61,8%.

Questi livelli con l’ausilio di una trend line precedentemente tracciata individuano i punti dove è probabile il prezzo vada a ritracciare.

 

La validità di Fibonacci nel trading è confermata anche da tutta la teoria sulle onde di Elliott che tratteremo in un altro articolo.

Insomma l’evidenza matematica e statistica di molte delle applicazioni della sequenza di Fibonacci al trading online è stata più volte confermata, gli argomenti e l’estensione dell’argomento ci permettono di parlarne, forse è ora che vi mettiate alla prova ed iniziate a fare tradinc con Fibonacci anche voi.

Lo utilizzate? Pensate possa essere utile in periodi di grande incertezza o vi affidate ad altri sistemi?

Intanto fatemi sapere cosa ne pensate di questa sequenza mistica.

Alessandro Moretti

Azione sottovalutate

Cercatore di azioni sottovalutate

Scopri come trovare le azioni più sottovalutate del mercato e ottenere profitti che ritenevi impossibili

Scopri il corso